Diritto e Fisco | Editoriale

Tassa sui rifiuti: lo Stato preleva ma non restituisce

1 Luglio 2014 | Autore:
Tassa sui rifiuti: lo Stato preleva ma non restituisce

Aumenta la TIA ma ancora non vengono rimborsate le somme prelevate a titolo di IVA.

È aumentata la tassa sui rifiuti (oggi si chiama TARI), ma lo Stato non ha ancora restituito le somme illecitamente prelevate ai contribuenti, negli scorsi anni, con la medesima tassa: si tratta dell’Iva a lungo calcolata sulla TIA e che i giudici [1] avevano detto non dovuta. Non si può infatti applicare una tassa (l’Iva, appunto) su un’altra tassa (che, nel caso di specie, era la TIA).

Ciò nonostante, i cittadini che hanno pagato e hanno chiesto il rimborso, non sono stati ancora soddisfatti nella loro legittima pretesa (per chiedere il rimborso, scarica l’istanza di rimborso IVA su TIA).

Non solo. Visto che è venuta meno l’IVA, alcuni Comuni come quello di Roma hanno pensato bene di aumentare dello stesso importo la TIA.

È la vecchia storia che si ripete: quella di uno Stato in prima linea quando deve chiedere, ma che poi è sordo quando deve restituire; di uno Stato che esige interessi e sanzioni per qualche giorno di ritardo e poi non adempie ai propri obblighi, anche se derivano da ordini di giudici che esso stesso ha nominato.

note

[1] Sia la Corte di Cassazione che la Corte Costituzionale.


1 Commento

  1. SE UN CITTADINO NON PAGA O RITARDA IL PAGAMENTO DELLE TASSE ALLO STATO O AGLI ENTI LOCALI E’ UN “EVASORE”,CIOE’ UN LADRONE /CRIMINALE;
    SE LO STATO O UN ENTE LOCALE NON VERSA AL CITTADINO QUANTO GLI SPETTA PER RIMBORSI,PER LAVORI ESEGUTI, APPALTI NON RISPETTATI, FITTI, RISARCIMENTI DANNI, SENTENZE ESECUTIVE DI CONDANNA ETC COME SI DEFINISCE ??? UNO STATO DI DIRITTO O UNO STATO EGUALMENTE LADRONE E CRIMINALE??? AI MONTI L’ARDUA SENTENZA.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube