Business | Articoli

Manovra, ultime novità. Ok alla Web tax

25 Mag 2017 | Autore:


> Business Pubblicato il 25 Mag 2017



Dalla tassa sul Web ai rimborsi Iva più rapidi. L’ecobonus sui condomini esteso anche ai redditi più bassi.

Prime conferme sull’introduzione della Web tax, che introduce la possibilità di stipulare accordi preventivi tra il Fisco e tutte le grandi società che operano online.

Via libera anche alla proposta che estende l’ecobonus sui condomini anche a chi ha redditi bassi (i beneficiari potranno cedere la detrazione a fornitori, banche e intermediari finanziari) e all’emendamento che riduce da 90 a 65 giorni i tempi dei rimborsi Iva, in maniera tale da attenuare gli effetti dello split payment sulla liquidità delle imprese. Anticipata poi al 2017, come aveva chiesto l’Agenzia delle Entrate, la stretta sulle detrazioni Iva.

Ma cos’è la Web tax?

La novità più rilevante è quella che introduce di fatto una norma ponte in attesa di una regolamentazione che andrà definita a livello internazionale assolutamente volontaria, che consente ai grandi gruppi della new economy di stipulare accordi preventivi con l’Agenzia delle Entrate avvalendosi di una sorta di “cooperazione rafforzata”.

La misura introdotta, sulla falsariga dell’accordo che ha portato Google a versare al nostro Fisco ben 306 milioni di euro, interessa gruppi multinazionali con ricavi consolidati superiori a 1 miliardo di euro e che effettuano cessione di beni e prestazioni di servizi nel territorio dello Stato per un ammontare superiore a 50 milioni di euro che concordano col Fisco di avere una stabile organizzazione nel nostro Paese.

Sono escluse tutte le società che hanno già avuto formale conoscenza di accessi, ispezioni e verifiche, e dell’inizio di qualunque attività di controllo amministrativo o dell’avvio di procedimenti penali.

In caso di adesione i vari Amazon, Facebook ed eBay non saranno puniti per il reato di omessa dichiarazione e potranno estinguere i loro debiti tributari versando le somme dovute e pagando metà delle sanzioni amministrative. Allo stesso modo chi invece non si farà avanti andrà incontro alle inevitabili verifiche dell’amministrazione fiscale.

Rimborsi Iva ed ecobonus per i condomini

Novità anche sul fronte dei rimbosi Iva. Sono state introdotte delle semplificazioni in merito alla procedura per richiedere i rimborsi eliminando alcuni passaggi intermedi, in modo da ridurre da 90 a circa 65 giorni i tempi per ottenere l’accredito. La nuova procedura sarà operativa da gennaio 2018.

Via libera all’estensione dell’ecobonus per i lavori condominiali anche agli incapienti. In pratica, si concede la possibilità di scegliere tra la classica detrazione fiscale oppure cedere il corrispondente credito ai fornitori ovvero ad altri soggetti privati, come istituti di credito e intermediari finanziari.

Segui La Legge per Tutti Business

Se credi che La Legge per Tutti Business possa essere la pagina che fa per te ecco come fare in pochi passi per averla sempre al top della tua timeline di Facebook: clicca qui, ti si aprirà la pagina nella nuova scheda.

Clicca su mi piace e poi nella sezione «seguici»  clicca su «mostra sempre per primi». Non perderai neanche uno dei nostri pezzi e sarai sempre aggiornato. Ti aspettiamo.

note

Autore immagine: Google Immagini


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI