Business | Articoli

Bollette luce e gas: e se pago in ritardo?

26 Maggio 2017


Bollette luce e gas: e se pago in ritardo?

> Business Pubblicato il 26 Maggio 2017



Che succede se non si pagano le utenze luce e gas? Quando viene sospesa la fornitura? Quanto pago di mora? Tutti i dettagli…

Il numero delle utenze in morosità continua ad aumentare in maniera vertiginosa. Ben 17 milioni risultano essere gli utenti morosi in Italia a fine giugno 2013, dato a dir poco allarmante, tanto che all’interno delle stesse bollette dell’energia elettrica e del gas è stata aggiunta una voce di spesa che tutela la ditta erogatrice dal rischio di morosità. Costo contro il quale, però, si sono scagliate varie associazioni dei consumatori operanti sul territorio.

Quando non si paga una bolletta di luce o gas…

Nel momento in cui si registra la morosità da parte del cliente, quest’ultimo riceverà dal gestore una raccomandata che indica il termine ultimo del pagamento, le modalità per comunicare l’avvenuto pagamento – una volta saldata la somma -, il termine previsto per la sospensione dell’erogazione del gas e i costi relativi alla sospensione e riattivazione:

  • per il gas, il venditore deve comunicare il termine dopo il quale, se il cliente continua a non pagare, verrà inviata al distributore la richiesta di sospensione della fornitura; se il pagamento non venisse effettuato, il venditore comunque non potrà richiedere al distributore di sospendere la fornitura prima di 3 giorni lavorativi;
  • per la luce, il venditore deve indicare che, se le condizioni tecniche del contatore lo consentono, prima della sospensione della fornitura la potenza verrà ridotta a un livello pari al 15% della potenza disponibile. Se il cliente continua a non pagare, dopo 15 giorni di riduzione della potenza, la fornitura verrà sospesa; come per il gas, nel caso in cui il pagamento non venisse effettuato, il venditore comunque non potrà richiedere al distributore di sospendere la fornitura prima di 3 giorni lavorativi, a partire dall’ultimo giorno utile per il pagamento indicato nella comunicazione di messa in mora.

Quali sanzioni sono applicate sul ritardo?

Il cliente deve pagare la bolletta entro la data di scadenza. Se il pagamento avviene entro la data indicata e presso i soggetti autorizzati (ufficio postale, banca, Lottomatica ecc.) nessun onere può essere posto a carico del cliente se il soggetto che ha ricevuto il pagamento (la posta, la banca ecc.) lo comunica con ritardo.

Al cliente finale che paga in ritardo una bolletta di luce o gas può venire addebitato un interesse di mora (che sarà caricato sulla bolletta successiva). La cifra aggiuntiva viene elaborata aggiungendo il 3,5% per il periodo intercorso fra la scadenza della bolletta e l’avvenuto pagamento. Tale percentuale è fissata dalla Banca Centrale Europea, quindi è invariata per tutti i gestori della distribuzione di gas. Oltre a questa percentuale al cliente può essere richiesto anche il pagamento delle spese postali sostenute dal gestore per l’invio del sollecito.

Nel caso di sospensione, come attivarla?

Una volta sospesa la fornitura il cliente finale ha ulteriori 30 giorni in cui il contratto rimane attivo con il misuratore sigillato e il cliente deve pagare urgentemente tutto il debito e richiedere una riapertura per morosità.

Dopo che il pagamento è avvenuto, dovrà dare comunicazione al venditore seguendo le modalità spiegate nella lettera di sollecito. Il venditore che riceve l’attestazione di pagamento del cliente deve immediatamente inviare al distributore (tramite fax o e-mail) la richiesta di riattivazione della fornitura.

Il distributore deve riattivare la fornitura entro 2 giorni feriali dalla data di ricevimento della richiesta da parte del venditore.

Come non incorrere nella morosità?

Un accorgimento che mette i clienti nelle condizioni di non dimenticare la scadenza della bolletta è quello di attivare il cosiddetto Rid bancario (o postale): in pratica si autorizza il fornitore di energia a prelevare direttamente dal conto corrente gli addebiti relativi alla bolletta.

Segui La Legge per Tutti Business

Se credi che La Legge per Tutti Business possa essere la pagina che fa per te ecco come fare in pochi passi per averla sempre al top della tua timeline di Facebook: clicca qui, ti si aprirà la pagina nella nuova scheda.

Clicca su mi piace e poi nella sezione «seguici»  clicca su «mostra sempre per primi». Non perderai neanche uno dei nostri pezzi e sarai sempre aggiornato. Ti aspettiamo.

note

Autore immagine: Google Immagini


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI