Diritto e Fisco | Editoriale

Pignoramento di una casa nel fondo patrimoniale: possibile?

14 giugno 2018


Pignoramento di una casa nel fondo patrimoniale: possibile?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 giugno 2018



Debiti fiscali: ipoteca e pignoramento sull’immobile inserito nel fondo patrimoniale per cartelle esattoriali non pagate. I limiti che incontra Agenzia Entrate Riscossione.

Hai accumulato diverse cartelle esattoriali che non sei riuscito a pagare nei termini. Dopo numerosi solleciti è alla fine arrivato il preavviso di ipoteca. L’Agenzia delle Entrate Riscossione procederà nei prossimi 30 giorni se non pagherai immediatamente o non chiederai una rateazione. In realtà ti senti sereno anche dalla minaccia di un eventuale pignoramento perché, in tempi insospettabili, hai inserito la casa in un fondo patrimoniale che ti dovrebbe garantire sia dall’ipoteca che dall’esecuzione forzata. Intendi pertanto inviare una comunicazione all’Esattore in cui gli evidenzi tale circostanza, per dissuaderlo dall’agire. Ma è davvero così? Sono legittime l’ipoteca e il pignoramento sulla casa inserita nel fondo patrimoniale per cartelle esattoriali non pagate? La questione è stata affrontata proprio di recente dalla Commissione Tributaria Regionale della Lombardia [1] che, con una importante sentenza, ha fatto il punto della situazione. Vediamo dunque quanto e quando rischia un contribuente moroso se possiede una casa di proprietà.

Quando è possibile l’ipoteca sulla casa

Chi non paga le cartelle esattoriali può subire, in qualsiasi momento, l’iscrizione di una ipoteca sulla casa ma solo se il debito supera 20mila euro (per i creditori privati non è previsto tale limite). Prima dell’ipoteca è necessario inviare un preavviso di ipoteca almeno 30 giorni prima.

L’ipoteca può essere iscritta anche sulla cosiddetta «prima casa»: il noto divieto di toccare l’unico immobile di proprietà del debitore riguarda infatti solo il pignoramento.

Come vedremo a breve, per la stessa ragione è possibile anche l’ipoteca sulla casa inserita nel fondo patrimoniale.

Quando è possibile il pignoramento sulla casa

Per il mancato pagamento delle cartelle esattoriali il pignoramento della casa è possibile solo a patto che questa non sia l’unico immobile di proprietà del debitore e, nello stesso tempo, sia adibito a civile abitazione, vi sia la residenza e non sia accatastato nelle categorie A/8 e A/9. Se manca una sola di queste condizioni o il debitore possiede un secondo immobile (anche solo per una minima quota), il pignoramento è possibile.

Il pignoramento è possibile solo se:

  • prima è stata iscritta l’ipoteca (secondo la procedura e le condizioni che abbiamo visto al paragrafo precedente);
  • il debito superi 120mila euro.

La casa nel fondo patrimoniale può essere ipotecata?

Come ben sa chi ha letto la guida Fondo patrimoniale: vantaggi e costi, il fondo patrimoniale è una garanzia che, seppur nata con lo scopo di destinare determinati beni e i relativi frutti ai bisogni della famiglia, consente un altro indubbio vantaggio: quello di sottrarre tali beni al pignoramento dei creditori. Se però i debiti sono stati contratti per soddisfare i bisogni primari della famiglia, allora il fondo patrimoniale è aggredibile.

Per costituire un fondo patrimoniale bisogna innanzitutto essere sposati e, in secondo luogo, andare da un notaio il quale, oltre a redigere l’atto, dovrà trascriverlo nei pubblici registri e, soprattutto, annotarlo a margine dell’atto di matrimonio. È da quest’ultimo adempimento che il fondo ha efficacia nei confronti dei creditori.

La sentenza della CTR Lombardia qui in commento ricorda come l’ipoteca sia una cosa ben diversa dal pignoramento. E poiché il codice civile vieta solo il pignoramento della casa nel fondo patrimoniale ma non anche l’ipoteca, quest’ultima allora può essere iscritta a carico di chi non paga le cartelle esattoriali. La spiegazione è semplice: l’ipoteca non è un atto di esecuzione forzata e non anticipa la procedura rivolta alla vendita dell’immobile tramite asta giudiziaria. L’ipoteca è solo una garanzia: serve al creditore a cautelarsi dall’eventualità che il debitore possa vendere la casa, potendo anche in tale eventualità pignorarla nonostante il passaggio di proprietà.

Dunque, la casa nel fondo patrimoniale può essere ipotecata tanto per debiti fiscali che di qualsiasi altra natura.

La casa nel fondo patrimoniale può essere pignorata?

Una volta ipotecata la casa nel fondo patrimoniale dobbiamo chiederci se l’Agenzia Entrate Riscossione possa anche pignorarla (sempre che non sia la «prima casa») o se, invece, incontri il limite del codice civile che ne prevede l’impignorabilità salvo per i debiti contratti per bisogni della famiglia. È proprio su questo aspetto che si soffermano i giudici, ribadendo peraltro un principio già espresso numerose volte dalla Cassazione. I debiti fiscali, anche quelli derivanti dall’esercizio di un’attività professionale, imprenditoriale o lavorativa, si considerano comunque inerenti ai bisogni della famiglia; ciò perché è proprio dal lavoro che moglie e figli traggono il reddito per sostenersi. Non importa poi che tale guadagno derivi dall’esercizio di una società di capitali o di persone (come nel caso di specie deciso dai giudici). Come già chiarito dalla Suprema Corte [3], «il solo fatto che il debito sia sorto nell’esercizio dell’impresa non è idoneo a escludere, in via di principio, che il debito si possa dire contratto per soddisfare tali bisogni». Ne deriva che, salvo prova contraria, l’attività lavorativa e/o commerciale è inerente a bisogni nel nucleo familiare e i relativi creditori – ivi compreso il fisco – possono pignorare la casa inserita nel fondo patrimoniale.


note

[1] Ctr Lombardia sent. n. 902/25/2018

[2] Cass. sent. n. 8881/2018.

[3] Cass. sent. n. 23876/15.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI