Diritto e Fisco | Articoli

Equitalia è incostituzionale

9 gennaio 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 gennaio 2013



Tutta l’attività svolta da Equitalia potrebbe essere incostituzionale: a dirlo è Maria Rosaria Randaccio, ex Intendente di Finanza a Cagliari (poi direttrice della Commissione Tributaria, in ultimo in forza al Tesoro e all’assessorato regionale al Turismo).

La Costituzione [1] – spiega la dottoressa Randaccio – afferma che tutti devono contribuire alle spese dello Stato secondo le proprie possibilità economiche; afferma poi [2] che solo lo Stato che può riscuotere i propri tributi tramite dipendenti pubblici, assunti nel pubblico impiego tramite pubblici concorsi banditi dal Ministero delle Finanze; che i dipendenti pubblici, una volta assunti, devono prestare giuramento di essere fedeli alla Repubblica, di prestare con onore il loro lavoro e rispetto della legalità.

Equitalia invece lavora – sempre secondo ciò che afferma la dottoressa Randaccio – con personale non statale, ma assunto privatamente; in genere, si tratta di dipendenti di Banche che, per tale motivo, non dovrebbero effettuare la riscossione di tributi per conto dello Stato.

Equitalia ha oggi le stesse competenze che aveva un tempo l’Intendenza di Finanza. L’Intendente era l’ufficio del ministero delle Finanze che aveva il compito di controllare che tutti gli uffici finanziari pubblici rispettassero i principi costituzionali della trasparenza, correttezza e il rispetto della legalità. Fino a quando c’era l’Intendenza di Finanza non è mai stato messo sotto sequestro né un solo appartamento, né sono mai state acquisite aziende o poi messe all’asta.

Secondo la dottoressa Randaccio – che sta conducendo una battaglia insieme ad alcuni avvocati – bisogna solo avere pazienza perché, se si riuscirà a trovare un giudice che vorrà rispettare le norme Costituzionali, tutte le cartelle di Equitalia diverranno inefficaci.

La dottoressa Randaccio dedica il suo tempo, a titolo assolutamente gratuito, al popolo dei triturati, agli infelici che hanno duelli con Equitalia con la sua “Associazione regionale ascolto del disagio” (Arad).

note

Articolo a cura dell’avv. FLORIANA BALDINO del foro di Trani (BT) esperta in diritto civile e tributario Per contatti scrivere a: florianabaldino@gmail.com oppure telefonare a 3491996463

[1] Art. 53 Cost.

[2] Art. 54 Cost.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Equitalia è una megatruffa messa su per terrorizzare i cittadini. Siamo ormai ad una dittatura palese a cui non si ha il coraggio o la voglia di reagire. La D.ssa Maria Rosalia Randaccio ha perfettamente ragione. Io sono riuscito a svendere tutte le mie proprietà immobiliari nel 2001 e mi sono trasferito all’estero. A quel tempo le riscossioni venivano fatte da società private che avevano il potere di imporre ordini di pignoramento senza sapere neanche per quale motivo ordinavano il pagamento.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI