Business | Articoli

Dis-Coll 2017: come fare la domanda

30 Maggio 2017 | Autore:


> Business Pubblicato il 30 Maggio 2017



Torna l’indennità di disoccupazione per i lavoratori a progetto. Ecco importi modalità di presentazione delle domande e scadenze. Tutte ciò che devi sapere per richiederla.

Ecco la Dis-Coll 2017: l’Inps ha reso noto [1] modalità e requisiti per accedere all’indennità di disoccupazione dei collaboratori.

I requisiti della Dis-Coll 2017

I requisiti per usufruire della disoccupazione a seguito della conclusione di contratti a progetto o di collaborazione sono i seguenti:

  • bisogna essere disoccupati alla data di presentazione della domanda;
  • avere almeno tre mesi di contributi versati alla Gestione Separata Inps nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 e il giorno di cessazione del contratto di collaborazione. Sono validi anche i contributi versati durante il periodo di maternità.

Per rispettare il requisito inerente lo stato di disoccupazione occorre essere privi di impiego e dichiarare la propria immediata disponibilità al lavoro e la partecipazione alle misure di politica attiva del Centro per l’Impiego competente.

Si verifica spesso il caso dei collaboratori che hanno una partita Iva aperta. In questo caso la partita Iva deve essere chiusa prima di presentare la domanda.

Per quando tempo si ha diritto alla Dis-Coll 2017?

L’indennità di disoccupazione viene erogata per un periodo di durata pari alla metà dei mesi o frazioni di mesi del rapporto di collaborazione presenti nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 e la data di cessazione del rapporto di lavoro. La durata massima è di sei mesi.

Come presentare domanda Dis-Coll 2017

La domanda per accedere alla Dis-Coll 2017 deve essere presentata all’Inps entro 68 giorni dalla data di cessazione del contratto di collaborazione. Esiste un’apposita procedura telematica tramite l’applicazione DsWeb accessibile nella sezione Dis-Coll Disoccupazione per i collaboratori e utilizzando il modulo Tipo domanda Q.

In alternativa la domanda può essere presentata tramite:

  • Contact center Inps al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • enti di patronato e intermediari Inps, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

L’importo dell’assegno è pari al 75% degli importi fino a 1.195 euro mensili, ai quali si aggiunge il 25% per la parte degli importi eccedenti, fino al raggiungimento della cifra massima di 1.300 euro al mese e che si riduce del 3% al mese a partire dal quarto mese di erogazione.

note

[1] Circolare Inps n. 89 del 23 maggio 2017

Autore immagine: Google Immagini


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI