Cartelle sotto 100mila euro cancellate

21 giugno 2018


Cartelle sotto 100mila euro cancellate

> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 giugno 2018



Condono per chi ha debiti non superiori a centomila euro con l’ex Agente della riscossione Equitalia.

È l’idea di Matteo Salvini: chiudere subito tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100 mila euro, per liberare milioni di italiani incolpevoli ostaggi e farli tornare a lavorare, sorridere e pagare le tasse». Il riferimento è quindi a chi ha già contratto debiti con l’ex Agente della Riscossione e ancora non è riuscito a pagarli, nonostante le due rottamazioni. Un condono insomma, ribatte la sinistra. Salvini ama invece chiamarla «pace fiscale». Di coperture però non è stato parlato.

Di Maio ribatte «Bisogna abolire il sistema Equitalia di nome e di fatto» forse dimenticando che Equitalia non esiste più già da circa un anno. 

Il Ministro ha poi aggiunto «Dodicimila evasori totali sconosciuti al fisco e grandi evasori che hanno rubato una media di 2 milioni di euro a testa – ha detto – onore alla Guardia di Finanza che li ha scovati, ora tocca al governo ridurre le tasse e semplificare il sistema fiscale».

Chi sono gli italiani graziati dalla sanatoria?

La platea interessata dalla proposta del ministro degli interni è enorme: ben il 94% dei crediti fiscali dello Stato, notificati già ai contribuenti, è al di sotto di centomila euro. Il che significa che quasi tutti i contribuenti che hanno ancora un debito aperto con l’erario saranno graziati. 

«Chiudere da subito tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100 mila euro»

I crediti di Equitalia, lo ricordiamo, sono ormai passati ad Agenzia Entrate Riscossione che – bisogna ammetterlo – non ha dimostrato tentennamenti nel riprendere le azioni che aveva già intrapreso il suo predecessore nella riscossione. La proposta di Salvini ha quindi destato il massimo interesse in molti contribuenti che, in passato, non hanno pagato le cartelle esattoriali. 

Cosa comporta la nuova pace fiscale?

Per il momento si tratta di una semplice affermazione. Sembrerebbe tuttavia che il Governo voglia aprire le porte non a una nuova rottamazione, ma a una vera e propria sanatoria, un’abolizione del debito o qualcosa di molto simile. Bisognerà vedere i successivi sviluppi per comprendere cosa intende Salvini. E soprattutto comprendere che impatto avrà questa affermazione sulle rottamazioni in corso che potrebbero a questo punto essere ritenute non più convenienti e abbandonate dai contribuenti.

Leggi anche Pace fiscale: la cancellazione dei debiti è equa?

D’accordo con Salvini sulla necessità di «un approccio fondato sulla semplificazione fiscale, sulla buona fede e sulla cooperazione tra le parti» è il Comandante generale della Guardia di Finanza, Giorgio Toschi, che ieri nel corso dei festeggiamenti del Corpo ha rimarcato l’impegno della Gdf nel «sostenere convintamente il cambiamento nei rapporti tra amministrazione finanziaria e contribuente». In sostanza occorre intervenire per «favorire l’adeguamento spontaneo e ridurre al minimo, dove possibile, l’invasività dei controlli».

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

90 Commenti

  1. io ho chiesto di rateizzarmi 14000 € il mio commercialista mi ha detto di pagare e spero che come ha detto lui a dicembre ci dovrebbe essere non la cancellazione totale ma un abbuono sul totale in base al lavoro che una persona svolge il 6% o 11% o un po di piu’ non ricordo spero che sia cosi’ le tasse ci strozzano la gente e’ indebitata fino al collo e non spende piu’ per paura …a volte vorrei sparire da questo mondo

    1. Forza Eleonora non dire mai che vorresti sparire da questo mondo la vita c’è la dato dio ed è così bella da vivere .lequitalia aspetta che c’è ne frega stai serena pensa alla tua salute che nel mondo c’è di peggio. ciao Eleonora

    2. Se non riesci a pagare le tasse oramai assurde, utilizza i servizi di associazione veritas.
      ManuelCasara

  2. Ma io o fatto la rottamazione e o da pagare 586€a ottobre a novembre e due 55,60€ devo pagarli o aspettare tralaltro se pago sta cifra nn posso pagare le altre bollette ke arrivano.

  3. Io non riesco più pagare, stavo pagando una cartella da 14.000 quasi alla fine me l’hanno sospesa e ripresa a 37.000. Sono stanco non ce la faccio più…fanculo

  4. Allora fanno bene chi non paga prima o poi esce il condono. Fessi quelli che per mettersi in regola anno fatto la fame.

  5. io sono anni che non riesco a pagare inps..ho dovuto vendere una casa che mi sono trovata ipotecata senza avviso..ed ora mi trovo di nuovo con inps da pagare e non ho più nulla..le tasse ci uccidono e a fine anno sarò costretta a chiudere l’attività..come farò a pagare inps retroattico dopo..a 50 anni chi mi darà un lavoro..praticamente sono nella merda..speriamo che tutto ciò si avveri e mi diano un pò di respiro..

  6. La maggior parte degli “evasori” è diventata tale per scelta, le politiche dei nostri politici hanno sempre puntato alla vessazione degli italiani senza assicurarsi che questi potessero onorare le incombenze poste dai governi. Ovviamente ci si trova di fronte ad una scelta sostanziale, o mangi e paghi le bollette o, paghi le tasse…ovvio che si scelga la prima soluzione! Pertanto, visto che i nostri “cari” politici hanno sempre dimostrato la loro INCAPACITA’ ad amministrare il NOSTRO denaro, è giusto che perseguano quelli che EVADONO REALMENTE per milioni di euro ma, basta con la persecuzione della gente che si ritrova a dover pagare ogni anno di più perchè NON HA SOLDI PER PAGARE LE LORO TASSE ASSURDE! Siamo l’unico paese al mondo con una pressione fiscale REALE che si aggira tra il 75% e l’85% per poi avere cosa? Corruzione, servizi che non funzionano, scuola, sanità, pubblici uffici, NIENTE funziona e allora? Tanto vale continuare su questa strada e dare una boccata di ossigeno a tutta quella gente che non ce la fa più…IO COMPRESO!

  7. Io mi sono ritrovato una cartella di € 9437,56, effettivamente di qualcosa che abbiamo tralasciato perchè purtroppo non siamo riusciti a pagare. Arrivati ispettori a casa dell’Agenzia dell’entrate con susseguirsi di pignoramento dei beni mobili; andato in agenzia per rateizzare il tutto e controllare se c’erano in transito altre cartelle, morale della favola mi sono trovato 30000 euro da pagare. Ho rateizzato il tutto e bloccato con la prima rata il pignoramento di euro 786,67 e x 72 rate di ero 480 … ho un mutuo e un piccolo prestito più le tasse 2 figli che studiano e tutto il resto e si domandano anche come mai non riesco a pagare … ma andate a cagare va

  8. A me mi hanno ignorato lo stipendio,pago una rata mensile da 3 anni ,tra l’altro ho fatto ricorsi in tribunale e mi è stata ridotta la somma da 25.000 a 11,000 circa. Che devo aspettare che diventi legge?

  9. 10 anni a vendere automobili come finto dipendente, per 1000 € + iva al mese che in soldoni significavano:

    1000 –
    500 (tassazione)
    100 (inps)

    totale netto in tasca = 400 euro mese

    Ovvio che non sia riuscito a pagare quasi mai le tasse.
    Oggi mi ritrovo con un debito mostruoso grazie ad uno stato carogna che non interviene in situazioni di lavoro abusive dove i lavoratori hanno obbligo da dipendenti ma sono a partita iva.

    Ben venga una sanatoria.

  10. Per chi come me, ha perso il lavoro, come Guardia Giurata, solo perché denunciavo, personaggi…emeriti fuorilegge mafiosi, un imprenditore, un ex Vice Questore, indagati per l’art.416 Bis Associazione di tipo mafioso, “Mafia Capitale” con altri 2 U.P.G. della Polizia di Stato, presumibilmente coinvolti o compiacenti, per i quali perdevo casa, lavoro e quasi famiglia, come vittima di abusi, e reati di : truffa e truffa aggravata, occultazione di atti di ufficio, sottrazione di atti d’ufficio, favoreggiamento reale e personale, omessa denuncia da parte del Pubblico Ufficiale, intralcio agli organi di controllo, presunta corruzione e/o concussione, vi sembra giusto che debba pagare tasse, bolli, multe etc etc, come vittima di una mafia e/o una vera associazione a delinquere di stampo mafioso ?

    Bè da solo vi dico
    attaccarci tutti dove sapete benissimo.

  11. Ho una piccola attività da 35 anni.Ho sempre pagato tutto, fino a 8 anni fa potevo permettermi qualche vacanza e qualche piccolo vizio.Dopo sono iniziati i problemi, alcune aziende che servivo hanno chiuso.Son riuscito, limitando le spese le vacanze e i vizi ad andare avanti fino a 2 anni fa, quando un’altra azienda ha chiuso ritrovandomi a lavorare solo per una piccola attività che ancora è aperta e da 2 anni a questa parte non riesco a pagare l’inps, faccio fatica a pagare i fornitori, ho licenziato l’unico dipendente che avevo e devo pagare la liquidazione, ho un unico mezzo di trasporto che è uno scooter di 12 anni fa che spero continui a reggere.Non posso chiudere l’attività perchè è la mia unica font di reddito,riesco a trovare ogni tanto qualche lavoretto extra che mi aiutano un pochino, però non bastano mai, la banca se ritardi di un giorno ti minaccia,il fisco ti minaccia di prenderti i mobili o quant’altro,riesco a malapena a sopravvivere e questi mi stanno sempre col fiato sul collo.Ho fatto un mese di ospedale per una forma di depressione che mi era venuta a causa di tutto ciò,per fortuna ne sono uscito,altri non ce la fanno e sappiamo cosa succede.Non abbiamo più la nostra dignità, a mia figlia per il suo compleanno non son riuscito nemmeno a farle un regalo, per fortuna è grande e capisce.Cosa bisogna fare?

  12. I io sono disoccupato e sul quel poco di Naspi che prendo devo pagare le tasse vi sembra giusto?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI