Diritto e Fisco | Articoli

L’Unione Europea boccia l’IMU: deve essere più progressiva

8 Gennaio 2013
L’Unione Europea boccia l’IMU: deve essere più progressiva

UE: necessario rendere l’IMU più progressiva.

L’IMU ha appena ricevuto una secca stroncatura da parte della Comunità Europea: l’imposta sugli immobili “aumenta la povertà”, riferisce il rapporto dell’UE da poche ore reso noto, e “non ha impatto sulle disuguaglianze”.

Sono necessari dunque una serie di correttivi – apostrofa l’UE – per rendere l’imposta maggiormente “progressiva”, ossia affinché ricada sui titolari di redditi più elevati.

Sono tre le modifiche che suggerisce il rapporto:

1) un ulteriore aggiornamento dei valori catastali degli immobili. “Nonostante sia già stato un passo in avanti l’aumento del 60% dei valori del reddito catastale, si tratta di un aumento proporzionale e non progressivo, legato al reale valore di mercato degli immobili, e che quindi non riduce le disuguaglianze di reddito”;

2) l’introduzione di deduzioni non basate sul reddito;

3) un miglioramento della definizione di residenza principale e secondaria.

Non è incoraggiante il quadro per il 2013 che emerge dal rapporto UE: vi è un “rischio elevato” di cadere in una “enorme trappola della povertà”. Una volta che, in Italia, una persona entra in difficoltà, è molto difficile che riesca a uscirne. Le prospettive per il futuro non sono affatto rosee, continua la Comunità Europea: “la situazione sta peggiorando dato che le prospettive attuali sono cupe”.

di MARIA VALENTINA MITTIGA



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube