Business | Articoli

Incentivi per l’assunzione di disoccupati e donne: chiarimenti dall’INPS

31 Luglio 2013
Incentivi per l’assunzione di disoccupati e donne: chiarimenti dall’INPS

Incentivo del 50% sui contributi per assunzioni degli over 50 e per le donne da gennaio 2013.

Con una recente circoare [1] l’Inps ha fornito le istruzioni che consentiranno alle aziende di beneficiare dell’incentivo per l’assunzione di disoccupati da oltre dodici mesi con più di 50 anni d’età. Il bonus è stato introdotto dalla legge 92/2012.

Interessati sono i datori di lavoro, comprese le cooperative che instaurano con soci lavoratori un rapporto di lavoro in forma subordinata, nonché le imprese di somministrazione.

L’agevolazione consiste in un incentivo del 50% sui contributi e ha una durata di 18 mesi per le assunzioni a tempo indeterminato e di massimo 12 mesi per quelle a termine.

L’incentivo riguarda sia i rapporti full time che part time e trova spazio anche nelle ipotesi di trasformazioni a tempo indeterminato di un precedente rapporto a termine agevolato (in quest’ultimo caso, la trasformazione deve avvenire entro la scadenza del beneficio). Per esempio: nel caso di assunzione a termine per 15 mesi di un lavoratore il cui rapporto viene trasformato al decimo mese (entro quindi i 12 mesi agevolati previsti per il contratto a tempo determinato), l’incentivo trova applicazione per 18 mesi complessivi.

Sono fuori dal bonus i rapporti di lavoro domestico, intermittente, ripartito e accessorio.

 

Con una successiva circolare [2], inoltre, il Ministero del Lavoro ha affermato che le agevolazioni per le nuove assunzioni di donne e over 50 previste dalla riforma Fornero ed in vigore dallo scorso 1° gennaio, si applicano anche ai premi Inail.

La riforma Fornero ha introdotto, infatti, la possibilità di assumere, con uno sconto del 50% dei contributi a carico del datore, donne di qualsiasi età residenti in aree svantaggiate ovvero con una professione o di un settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi oppure ovunque residenti e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi.

La mancanza di indicazioni operative aveva fatto rimanere sulla carta l’incentivo. Ora però il Ministero ha fornito gli attesi chiarimenti.


note

[1] Circolare INPS n. 111/2013.

[2] Circolare Mins. Lavoro n. 34/2013

Servizio offerto da METAPING

Articolo di Antonino Cannioto e Giuseppe Maccarrone – Il Sole 24 Ore del 25.07.13, pag 17


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube