Business | Articoli

No alla prelazione del locatario su un immobile uso ufficio

4 Marzo 2013
No alla prelazione del locatario su un immobile uso ufficio

Prelazione concessa al locatario solo per attività a contatto col pubblico

Nel caso di locazione di immobile a uso commerciale, il diritto di prelazione in caso di vendita dell’immobile spetta al conduttore solo se l’attività svolta nel locale implicava il contatto diretto con il pubblico dei consumatori.

A chiarirlo è la Cassazione [1] che ha analizzato il caso di un contratto di locazione col quale era stato concesso un locale per “uso ufficio”.

Come noto, la legge [2] attribuisce al conduttore, nel caso in cui il locatore intenda vendere l’immobile locato, un diritto di prelazione sull’acquisto dello stesso immobile; la comunicazione dell’intenzione di trasferire il bene deve essere fatta a quest’ultimo con atto notificato dall’ufficiale giudiziario, con indicazione del corrispettivo e delle altre condizioni alle quali la compravendita dovrà essere conclusa. Entro 60 giorni dalla comunicazione, il conduttore può esercitare la prelazione.

Secondo la Suprema Corte, tale diritto spetta al conduttore solo a condizione che la sua attività all’interno del locale sia stata a diretto contatto con i consumatori. Diversamente, il locatore è libero di vendere a terzi senza doverlo comunicare al conduttore.

Infine, nel caso in cui il locale venga concesso per “uso ufficio”, stante la genericità dell’espressione, che non consente né di individuare una funzione puramente interna e organizzativa dell’impesa, né una funzione commerciale, sarà il giudice a dover valutare caso per caso, alla luce delle prove presentategli.


note

[1] Cass. sent. n. 9583 del 12.06.2012.

[2] Art. 38 e 39 L. n. 392/78.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube