HOME Articoli

Miscellanea Come muore un pirata e genio del Web

Miscellanea Pubblicato il 13 gennaio 2013

Articolo di




> Miscellanea Pubblicato il 13 gennaio 2013

Quando un genio muore, muore una parte del futuro dell’umanità: Aaron Swartz si è suicidato venerdì scorso, a New York, perché accusato di pirateria informatica. Aveva 26 anni ed era il padre degli RSS e Reddit, un popolare sito per condividere e votare link. Era stato un attivista nella battaglia contro la SOPA, la legge americana che voleva colpire violentemente la pirateria online.

Aaron era sospettato di aver rubato milioni di documenti e pubblicazioni scientifiche nell’archivio informatico del MEL (Massachussetts Institute Of Technology); ma, nonostante si fosse dichiarato innocente, non ha poi retto alla pressione psicologica. Era stato rilasciato sotto cauzione e il processo per frode informatica si sarebbe svolto il prossimo aprile. Se condannato, Aaron avrebbe rischiato di rimanere in prigione fino a 35 anni.

La sua vita, però, era stata una continua collezione di successi e di convinte battaglie. Veniva definito come un vero e proprio genio dell’informatica, tant’è che aveva persino lavorato accanto a Lawrence Lessing, inventore delle licenze Creative Commons.

Aaron infatti si era sempre battuto per le idee di libera condivisione dei contenuti sulla rete e per una integrale riforma del copyright.

Lo stesso Lessing, considerato uno dei padri della cultura anti-copyright, ha definito “assurdo” il comportamento del p.m. nei suoi confronti. Si era detto di Aaron che avesse rubato dei contenuti protetti. Ma Lessing, sceso in suo soccorso, ha detto: “Poteva trattarsi di un comportamento moralmente sbagliato, ma l’accusa di aver «rubato» non doveva essere intesa come un modo per arricchirsi, perché non era proprio questo il significato del suo gesto.

 

Lo stesso Barack Obama si era servito di “Reddit” durante la sua ultima campagna elettorale, utilizzandolo per rispondere alle domande degli elettori. Questo aveva ingigantito la popolarità di Aaron Swartz.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI