Business | Articoli

Rottamazione cartelle: ecco gli importi da pagare

12 Giugno 2017 | Autore:
Rottamazione cartelle: ecco gli importi da pagare

In arrivo le comunicazioni con le somme dovute. Ecco come pagare per la sanatoria Equitalia.

Entro il 15 giugno saranno comunicati ai contribuenti che hanno aderito alla rottamazione delle cartelle gli importi che devono pagare.

Copia della comunicazione spedita al contribuente sarà resa disponibile anche nell’area riservata del sito web.

Cosa contiene la comunicazione Equitalia

Al contribuente verrà comunicato:

  • accoglimento o eventuale rigetto dell’adesione;
  • eventuali carichi di debiti che non possono rientrare nella definizione agevolata;
  • importi da pagare;
  • date entro cui effettuare il pagamento.

Come si pagano gli importi dovuti?

Le modalità di pagamento degli importi dovuti ad Equitalia dipendono dalla scelta fatta al momento della compilazione del modulo DA1.

Equitalia invierà, insieme alla comunicazione, anche il bollettino di pagamento in caso di rata unica, o i bollettini di pagamento in caso di pagamento rateizzato e il modulo per l’addebito sul conto corrente nel caso il contribuente preferisca questa soluzione.

In questo ultimo caso, è importante che la richiesta di attivazione del mandato, sia presentata, alla banca del titolare del conto, almeno 20 giorni prima della scadenza della rata.

È possibile effettuare i versamenti presso la propria banca, agli sportelli bancomat (ATM) degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a ITB e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale di Equitalia e con l’App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa e, infine, direttamente agli sportelli di Equitalia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube