| Editoriale

Parcheggiare un dominio: cosa significa?

14 luglio 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 luglio 2018



Cos’è il domain parking? A cosa serve parcheggiare un dominio? Qual è la differenza tra dominio e hosting? Come si fa a parcheggiare un dominio?

La tecnologia moderna ha modificato tutto: non solo il nostro stile di vita, ma anche il modo di parlare e di esprimerci quotidianamente. Così, parole che utilizzavamo per indicare una cosa, oggi ne significano un’altra. Ad esempio, quando parliamo di parcheggio normalmente ci riferiamo a quell’area adibita alla sosta prolungata delle auto; non avremmo mai pensato che il parcheggio potesse essere accostato al mondo di internet e, in particolare, al dominio (altro termine che, un tempo, aveva ben altra accezione). Il parcheggio di un dominio è un’operazione abbastanza frequente, dalla quale molti traggono anche un vantaggio economico. Per capire in cosa consiste il parcheggio del dominio (“domain parking” in inglese, che fa tendenza), però, bisogna comprendere alcuni concetti chiave che ci consentano di capire perché si tratta di un’operazione a volte redditizia. Con questo articolo vedremo appunto cosa significa parcheggiare un dominio.

Dominio internet: cos’è?

Prima di scoprire cosa significa parcheggiare un dominio, è necessario sapere cosa sia un dominio internet. In estrema sintesi, possiamo definire il dominio come l’indirizzo che consente di giungere ad un sito web. Ad esempio, laleggepertutti.it è un dominio. Caratteristiche del dominio sono:

  • l’univocità, nel senso che non ne possono esistere due uguali;
  • la presenza di un prefisso o protocollo (www.) e di un suffisso (.it, .com, .net, ecc.).

Il dominio deve essere registrato: per farlo, bisogna acquistarlo pagando un importo annuale. Numerosi siti internet si occupano appunto della vendita dei domini, garantendo che essi siano liberi, cioè non siano stati scelti da altri, rispettando così il carattere dell’univocità.

Dominio e hosting: qual è la differenza?

Chiarito cos’è il dominio, bisogna specificare però che l’acquisto di un indirizzo internet non assicura, di per sé, il possesso di una pagina web. In altre parole, la semplice registrazione di un dominio non consente di creare un sito: il dominio fornisce solamente il nome del sito, non uno spazio fisico all’interno del quale costruire e posizionare le pagine ed i files desiderati. Per questo motivo, dopo aver registrato un dominio bisognerà collegarlo ad un servizio di hosting, il quale consente di realizzare la pagina come meglio si crede. Se volessimo fare un paragone, potremmo dire che il dominio rappresenta l’esterno di una casa, le pareti e la struttura, mentre l’hosting è il mobilio, l’arredo interno.

Parcheggio di un dominio: cosa significa?

Possiamo ora spiegare cosa significa parcheggiare un dominio. In buona sostanza, chi decide di parcheggiare un dominio non fa altro che modificare la pagina standard che viene fornita al momento dell’acquisto dello stesso con una che contiene esclusivamente annunci pubblicitari. In questo modo, il titolare del dominio punta a guadagnare con il numero di visualizzazioni ottenuto dalle pubblicità.

Il domain parking è quindi un metodo per sfruttare economicamente la propria pagina. Il problema, però, è che di per sé un dominio contenente solamente pubblicità non è appetibile per l’utente, il quale, quindi, vi si potrà trovare lì solamente per sbaglio, a meno che il dominio parcheggiato non sia pubblicizzato da altri indirizzi web.

Parcheggiare un dominio: a cosa serve?

In realtà, parcheggiare un dominio non è solamente una mossa speculativa: molti utenti parcheggiano la propria pagina perché è ancora in fase di costruzione e, pertanto, fino a quando non sarà completamente operativa, preferiscono “tappezzarla” di annunci pubblicitari. Altre volte, invece, il domain parking è utilizzato da coloro che possiedono più domini e non sanno come farli fruttare, oppure semplicemente, nell’attesa di disfarsene, provano a guadagnare qualcosa con le pubblicità.

Un modo molto astuto di utilizzare il parcheggio del dominio è quello di proteggere un dominio principale. Cosa significa? Spieghiamo meglio. Nel caso di domini web molto noti, è possibile che qualcuno tenti di imitarne il nome al fine di farsi pubblicità. Ti sarà sicuramente capitato di aver sbagliato il suffisso e di esserti trovato su tutt’altro sito. Per evitare ciò, il titolare di un dominio di successo può decidere di registrarne anche altri simili, di modo che da essere sicuro che il dominio principale (cioè, quello celebre), sia al sicuro da copie o imitazioni. In questo caso, parcheggiare domini serve per creare un “muro difensivo” nei confronti di un altro dominio. In pratica, accade ciò che già avviene da tempo con i marchi deboli, cioè i brand di noti prodotti che, per tutelarsi dalle imitazioni, registrano anche i marchi simili.

Parcheggiare un dominio: come si fa?

Chiarito in cosa consiste il parcheggio del dominio, vediamo ora come si fa concretamente. In pratica, per parcheggiare un dominio occorre semplicemente registrarsi su uno dei siti di parking provider presenti in rete e puntare il proprio indirizzo di dominio verso i server che sono indicati dal domain parking provider. Così facendo, il tuo dominio resta attivo, cioè raggiungibile dagli utenti della rete, ma di fatto sarà vuoto oppure riempito di annunci pubblicitari.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI