Business | Articoli

Rilascio e rinnovo permesso di soggiorno: nuovi importi

14 Giugno 2017
Rilascio e rinnovo permesso di soggiorno: nuovi importi

Cambia la misura del contributo per rilascio e rinnovo del permesso di soggiorno agli stranieri. Ecco i nuovi importi validi dal 2017.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’8 giugno 2017 il decreto che stabilisce i nuovi importi dovuti per il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno a carico degli stranieri di età superiore ai 18 anni.

Cos’è il permesso di soggiorno

Il Permesso di Soggiorno è quel documento che consente il legale soggiorno in Italia e deve essere chiesto all’ufficio immigrazione della Questura competente in funzione del domicilio o della residenza del richiedente secondo il motivo della richiesta di rilascio o rinnovo del permesso.

Gli stranieri che intendono soggiornare in Italia per più di tre mesi, devono richiedere questa autorizzazione. Chi arriva in Italia per la prima volta ha 8 giorni di tempo per chiedere il permesso di soggiorno. Per chi è già in Italia e ha il permesso di soggiorno in scadenza deve chiedere il rinnovo almeno 60 giorni prima della scadenza.

Nuovo decreto permesso di soggiorno: cosa cambia

Il nuovo decreto si conforma alla sentenza del Consiglio di Stato [1] che ha annullato il dm del 2011 nella parte in cui prevedeva l’obbligo di pagare una tassa compresa tra 80 e 200 euro per il rilascio o il rinnovo del documento. Dunque il ministero ha rideterminato pertanto l’importo dei contributi nel modo seguente:

  • 40 euro per i permessi di soggiorno di durata superiore a 3 mesi e inferiore o pari a un anno;
  • 50 euro per i permessi di soggiorno di durata superiore a un anno e inferiore o pari a due anni;
  • 100 euro per il rilascio del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo e per i dirigenti e i lavoratori specializzati.

Oltre al contributo ci sono da pagare gli importi fissi che non erano stati annullati dalle diverse sentenze: 30,42 euro previsti per il rilascio del formato elettronico, 30,00 euro previsti per i servizi svolti dalle Poste Italiane e 16,00 euro di marca da bollo per un totale di 76,42 euro.


note

[1] Cons. Stato, sent. n. 04487 del 26..2016.

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube