HOME Articoli

Lo sai che? Nulli gli atti di Equitalia e Ag. Entrate: firmati da falsi dirigenti

Lo sai che? Pubblicato il 25 gennaio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 25 gennaio 2013

Sarebbero nulli tutti gli atti emessi dalla Agenzia delle Entrate e, di conseguenza, le cartelle esattoriali di Equitalia formate sulla base di ruoli delle Agenzie delle Entrate: la ragione è perché il Fisco ha fatto fino ad oggi firmare i propri atti a personale dipendente privo della qualifica di “dirigente”.

Il terremoto è stato sollevato dalla dottoressa Maria Rosaria Randaccio ex Intendente di Finanza a Cagliari (poi direttrice della Commissione Tributaria, in ultimo in forza al Tesoro e all’assessorato regionale al Turismo), la quale avverte: le cartelle di Equitalia e gli avvisi delle Agenzie delle Entrate sono tutti nulli. Ciò deriva da una importante sentenza del TAR Lazio [1]. Il Tribunale amministrativo ha stabilito che, all’interno delle Agenzie delle Entrate, gran parte del personale che firma gli accertamenti non ha i requisiti di “dirigente”. La conseguenza è che tali atti sono nulli e, con essi, anche le successive cartelle Equitalia.

La Randaccio ha da poco presentato un esposto alla Procura Generale della Corte dei Conti e alla Avvocatura Generale e invita tutti i cittadini a ricorrere contro questo vizio di nullità. Così abbiamo deciso di intervistarla.

LaLeggePerTutti: Dottoressa Randaccio, qual è l’origine del problema che renderebbe nulle buona parte delle cartelle esattoriali?

Maria Rosaria Randaccio: Il Tar del Lazio [1] ha dichiarato illeciti e illegittimi gli ottocento incarichi dirigenziali conferiti a semplici impiegati, invece che ai veri Dirigenti delle Agenzie delle Entrate sparse nelle varie sedi d’Italia.

Infatti, su un organico di 1.200 dirigenti del Ministero, solo 400 posti risultano coperti da dirigenti abilitati, ossia assunti tramite regolare concorso, mentre gli altri 800 incarichi sono stati conferiti indebitamente a dei “nominati”.

La questione è stata affrontata anche dalla stessa Corte dei Conti [2] e dal Consiglio di Stato [3]. Quest’ultimo sostiene, tra le righe, che Equitalia S.p.a. agendo in qualità di agente della riscossione, in quanto concessionario di un pubblico servizio [4], deve utilizzare, per tutte le incombenze, personale che opera in regime di diritto pubblico, ossia Dirigenti della Pubblica Amministrazione.

Il fatto che tutto il personale utilizzato per le incombenze della riscossione debba essere incardinato nella Pubblica amministrazione lo prevede la legge [5]. La stessa legge prevede che anche la sottoscrizione dei ruoli da trasmettere a Equitalia per la riscossione deve essere svolta esclusivamente dai Dirigenti, dal momento che solo ai Dirigenti compete l’adozione degli atti e dei provvedimenti che impegnano l’amministrazione verso l’esterno [7].

Invece, come ci ha svelato il Tar del Lazio con la sentenza appena citata, la trasmissione  dei ruoli ad Equitalia per la loro riscossione – prerogativa un tempo affidata alla  competenza esclusiva degli Intendenti di Finanza – in questi ultimi dieci anni è stata illegittimamente effettuata da semplici impiegati, spesso privi del diploma di laurea.

LLPT: Qual è dunque la conseguenza?

 

MRR: La conseguenza è che tutte le cartelle  esattoriali notificate dagli agenti della riscossione e da Equitalia  S.p.a. in questi ultimi  dieci  anni  potrebbero  venire annullate perché illegittime per via della mancata sottoscrizione dei “Ruoli”  (trasmessi ad Equitalia ) da parte di un dirigente abilitato, ossia assunto tramite pubblico concorso nei Ruoli Dirigenziali della  P.A.

LLPT: Ci spieghi come è nata questa “confusione” suoi ruoli dei dirigenti.

 

MMR: Stiamo parlando di una questione che riguarda non solo il Ministero delle Finanze in generale, ma anche altri ministeri. Nel 1992 i dirigenti della Intendenza di finanza e di tutti gli uffici finanziari sono stati retrocessi in carriera ed inquadrati nella nona qualifica funzionale, ossia quella dei quadri [8]. In questo modo, parte dell’organico è rimasto scoperto. Sono stati inizialmente chiamati, a coprire il vuoto, quelli che erano dentro il Ministero delle finanze, ma collocati nei ruoli centrali, inquadrandoli come dirigenti, mentre gli altri colleghi sono rimasti nella nona qualifica funzionale.

Poi, alla fine degli anni ’90, ci si è reso conto che questi posti dovevano essere coperti da un certo numero di persone. Così il Ministero ha bandito dei concorsi per coloro che avevano iniziato a ribellarsi all’inquadramento della nona qualifica. Naturalmente questi concorsi non hanno coperto l’organico ma solo in minima parte. Così, i restanti posti sono stati coperti con incarichi fiduciari, conferiti in barba alla legge secondo logiche clientelari. A coprire carichi dirigenziali sono stati chiamati semplici impiegati, che non avevano neanche la qualifica di funzionari e neanche quelli che sono stati retrocessi alla nona qualifica funzionale (i quadri). Così, a comandare sui dirigenti vengono chiamati dei semplici impiegati.

AGGIORNAMENTO

La questione si arricchisce di un nuovo e interessante capitolo. Il Consiglio di Stato ha avvalorato la tesi della illegittimità delle nomine dei falsi dirigenti e ora la questione è rimessa al vaglio della Corte Costituzionale. Maggiori dettagli nell’articolo inserito nel box qui sotto “Aggiornamenti”.

note

[1] Tar Lazio, sent. n. 6884 del 1.08.2011.

[2] Corte dei Conti, sezione di controllo sugli enti, con determinazione n.31\2008, nell’adunanza del 28 marzo 2008 e n. 43\2010 nell’adunanza dell’11 maggio 2010.

[3] Cons. Stato, sez. IV, sent. n. 3812/2012 del 27.06.2012.

[4] Ai sensi dell’art. 45 del dlgs 112\99.

[5] Art. 1 co. 2 del dlgs  1651.

[6] All’art. 42 del dpr 600\73.

[7] Come sancito dall’art. 16 co. 1 e dall’art. 4 co. 2 del dlgs 1651.

[8] Istituita con il DPR 44 del 1990.

 

Secondo l’esposto presentato dalla dott.ssa Randaccio, tutti gli accertamenti fatti da Equitalia ma che provengono da ruoli trasmessi dalle Agenzie delle Entrate, in quanto firmati da personale privo della qualifica di dirigente, sono nulli all’origine, così come sono nulle tutte le attività di Equitalia.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

60 Commenti

  1. Attenzione se è nullità che ha pagato o contestato non ha più scampo rilevato che nelle ipotesi di nullità subentra la validità nel caso in cui l’atto ha raggiunto il suo scopo e ciò è stabilito dall’art. 156 CPC.
    Ma i ho sempre sostenuto e sostengo ancora che nel caso di specie L’art. 156 CPC non può applicarsi atteso che gli atti tributari debbon esser notificati sotto pena della inesistenza giuridica dell’atto.In tale ipotesi decorre regolarmente il termine prescrizionale e l’atto ab absurdo può essere impugnato in qualsiasi sede giudiziaria.

  2. In realtà la questione della notifica degli atti segnatamente di Equitalia,e’ una situazione presa sottotono sin dal 1999 (dies a quo).In sostanza residuando l’insussistenza della capacità di notificare Equitalia e l’agenzia delle entrate dovrebbero servirsi degli Ufficiali Giudiziari al pari degli Avvocati. Ciò non accade ab immemorabili

  3. Salve come si fa a sapere se dopo tanti anni decade una cartella esattoriale , e se quelle che mi arrivano sono firmate da dirigenti autorizzati, abito in provincia di Firenze .

  4. SONO GILBERTO E’ DAL 2010 CHE PAGO 1200 EURO AL MESE COME POSSO FARE PER SAPERE I NOMI DEI DIRIGENTI CHE NON POTEVANO FIRMARE LE CARTELLE GRAZIE

    1. La ringraziamo per la Sua richiesta.
      L’enorme numero di consulenze che riceviamo quotidianamente ci ha obbligato ad attivare uno servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, in modo professionale e, soprattutto, in tempi certi.
      E’ possibile acquistare il “ticket” online cliccando sul banner “Richiedi una consulenza” posto ad inizio e fine di ogni articolo. Quindi il sistema seguirà l’utente in una procedura di pagamento sicuro e facile, attraverso carta di credito. Per maggiori informazioni ci telefoni o chieda l’IBAN dello Studio Associato.

  5. Buongiorno ho in corso un rateizzo di 2000 euri da due anni, e altre cartelle dei rifiuti che non sono riuscita a pagare,vi chiedo cortesemente come mi consigliate di fare.Salve a presto

    1. La ringraziamo per la Sua richiesta.
      L’enorme numero di consulenze che riceviamo quotidianamente ci ha obbligato ad attivare uno servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, in modo professionale e, soprattutto, in tempi certi.
      E’ possibile acquistare il “ticket” online cliccando sul banner “Richiedi una consulenza” posto ad inizio e fine di ogni articolo. Quindi il sistema seguirà l’utente in una procedura di pagamento sicuro e facile, attraverso carta di credito. Per maggiori informazioni ci telefoni o chieda l’IBAN dello Studio Associato.

  6. SALVE
    Non ho capito come si fa a sapere se una situazione con Equitalia può essere considata nulla per la firma posta da un Dirigente abusivo se nessuno può sapere chi sono?A chi serve rendere nota una cosa se poi non la si può applicare?Chi può farla valere?Serve solo a creare cattivo sangue ed a mettere in discussione la veridicità della notizia che non trova conferma?

    1. @Albi. Procedere con l’istanza di accesso agli atti per come abbiamo indicato già nelle pagine di questo portale.

  7. Anche la provincia di Cosenza e’ implicata nella faccenda del personale privo di qualifica. Sono Antonio e mi l’agenzia delle entrate mi ha chiesto soldi per un bollo di un’auto che mi era stata rubata ma io non voglio pagare xche’ ho denunciato in tempo ed in ordine alla stazione dei carabinieri il furto. Grazie tante tante.

  8. Sono interessato a leggere la bozza di contestazione da presentare alla Commissione Tributaria, ma non l’ho trovata sul sito.

  9. dove trovo l’elenco di questi dirigenti non validi ho ricevuto una cartella e devo verificare il se è valida o no?

  10. dove trovo l’elenco dei falsi dirigenti per verificare se la cartella da me ricevuta è di uno di questi? come si procede in caso di contestazione? siate completi per cortesia !

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI