HOME Articoli

Miscellanea Viagra: scade il brevetto, via libera ai generici

Miscellanea Pubblicato il 17 gennaio 2013

Articolo di




> Miscellanea Pubblicato il 17 gennaio 2013

Il viagra, noto farmaco contro la disfunzione erettile, sta per perdere il brevetto italiano: la data di scadenza è fissata per il prossimo 22 giugno.

 

Due miliardi e mezzo di pillole consumate in poco meno di 13 anni: sono questi i dati che il Viagra, in commercio dal 1998, presenta all’alba del suo prepensionamento.

Il 22 giugno prossimo, infatti, il brevetto italiano del Viagra scadrà: così è iniziata la corsa tra le aziende concorrenti per produrre farmaci generici di uguale effetto. Nel resto d’Europa il brevetto è già scaduto in Spagna e in altri sette Stati Membri.

L’età media dei consumatori è compresa tra 50 e 55 anni. In  Europa, gli inglesi ne sono i principali consumatori. L’argento cade proprio su di noi, vessillo del millantato mito “latin lover” (che fina ha fatto lo slogan “italians do it better”?).

La regione italiana che ne fa più uso è il Lazio, seguita da Toscana ed Emilia Romagna.

In coda alla classifica c’è il mito mediterraneo: il sud Italia non ama la pillola blu.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI