Diritto e Fisco | Articoli

Manutenzione straordinaria: come deve essere la fattura


Manutenzione straordinaria: come deve essere la fattura

> Diritto e Fisco Pubblicato il 4 agosto 2018



Una fattura per ristrutturazione immobili acquistato in comproprietà nel 2017, usata per detrarre il 50% del costo con il modello 730, recante la seguente dicitura: “Lavori di manutenzione straordinaria per rifacimento pavimento e rivestimento ed assistenza idraulica ed elettrica, immobile sito in via …” può essere contestata dall’Agenzia delle Entrate? Se si come si può modificare per non essere contestabile? Il pagamento è stato fatto con bonifico parlante.

Il bonus ristrutturazioni spetta per gli interventi elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia), vale a dire:

a) interventi di manutenzione ordinaria: riguardanti le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;

b) interventi di manutenzione straordinaria: le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico- sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino modifiche delle destinazioni di uso;

c) interventi di restauro e di risanamento conservativo: rivolti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell’edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell’uso, l’eliminazione degli elementi estranei all’organismo edilizio.

Il caso di specie rientra più precisamente tra gli interventi di manutenzione straordinaria. La sola sostituzione della pavimentazione è invece intervento di manutenzione ordinaria, a meno che non lo si guardi nelle complesso dell’attività di ristrutturazione dell’immobile.

Si consiglia dunque al lettore di inserire nella fattura la seguente dicitura: “Interventi di manutenzione straordinaria di impianti igienico-sanitari, idraulici ed elettrici e di ristrutturazione pavimenti e finiture, immobile sito in…”. Se la manutenzione dell’impianto elettrico è finalizzata anche al risparmio energetico, è possibile aggiungere: “igienico-sanitari, idraulici, elettrici e di risparmio energetico”. La fattura deve essere intestata al beneficiario con relativo codice fiscale.

 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Maria Monteleone

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI