Business | Articoli

Separazioni fittizie: quali vantaggi?

21 Giugno 2017
Separazioni fittizie: quali vantaggi?

In aumento la separazione consensuale. I vantaggi possono essere non di poco conto.

In crescita la separazione consensuale che non è una vera evasione fiscale, ma rientra quanto meno nell’elusione (per conoscere la differenza ti consigliamo di leggere il nostro articolo Elusione o evasione: quali differenze e quali limiti).

Il fenomeno è in continuo aumento, specie in un periodo governato dalla crisi: le coppie che hanno trovato un metodo efficace, che i professionisti del settore ormai comunemente definiscono separazione fiscale. In questi casi, i due coniugi non hanno alcuna intenzione di divorziare per davvero, ma si separano per trarne profitto o agevolazioni fiscali.

Perché potrebbe convenire separarsi?

Separarsi porta vantaggi non di poco conto ed è molto conveniente specie per coppie con redditi medio-alti, intorno ai 40mila-50mila euro e soprattutto se si possiede una seconda casa: si mantiene il vincolo matrimoniale e lo Stato, dal momento che non può impedire che i due coniugi si riappacifichino proprio nel momento di un eventuale controllo fiscale, ha le mani legate.

Questo meccanismo vale anche per chi ha debiti: se c’è comunione dei beni, anche i redditi possono essere aggrediti in caso di contenzioso. Invece con la separazione, si salvaguarda il patrimonio. Tanto che la prima cosa che fanno queste coppie è andare nel proprio Comune di residenza e uscire dallo stato di famiglia.

Un modo semplice e apparentemente legale per pagare meno tasse, insomma, ma l’elusione, come abbiamo accennato è dietro l’angolo.

Separazione consensuale: quali vantaggi fiscali?

Ma quali sono i vantaggi fiscali? Lo si fa per avere agevolazioni fiscali quali i risparmi sull’Imu e sulle utenze domestiche, ma si pensa anche a vantaggi di altro tipo: una madre separata e lavoratrice sale in graduatoria nelle scuole e ha vantaggi sul lavoro; per non parlare delle agevolazioni che gli enti locali riconoscono alle cosiddette famiglie monogenitoriali, per l’accesso all’edilizia popolare, agli asili nido, e ad altri servizi.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube