HOME Articoli

Lo sai che? L’amministratore di condominio può non eseguire la volontà dell’assemblea

Lo sai che? Pubblicato il 24 gennaio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 24 gennaio 2013

Non è sempre inadempiente l’amministratore che non esegue la volontà dell’assemblea di condominio: la sua inerzia è lecita se le delibere sono nulle o se la loro esecuzione è contraria a norme imperative.

Uno dei compiti principali dell’amministratore di condominio è quello di eseguire le delibere assembleari [1], ossia di portare a compimento le volontà dei condomini.

L’obbligo di attivarsi per dare esecuzione alle delibere non sussiste quando:

a. la delibera è nulla [2];

b. l’esecuzione della delibera comporta la violazione di norme imperative, come nel caso in cui l’assemblea decida:

– la realizzazione di lavori di ristrutturazione non consentiti dagli strumenti urbanistici;

– la messa in funzione del servizio di riscaldamento con combustibile o in orario non consentito.

L’amministratore deve svolgere i compiti attribuitogli con la diligenza del buon padre di famiglia[3]. Proprio in virtù di tale diligenza, egli può decidere di:

– non dare esecuzione a una delibera assembleare che è destinata, da lì a breve tempo, ad essere modificata o revocata [4].

– non dare esecuzione alla delibera fino a quando non sia decorso il termine per impugnarla.

note

[1] Art. 1130 comma 1 cod. civ.

[2] Cassazione, sent. n. 15037 del  7 luglio 2011. La delibera è nulla quando: manca degli elementi essenziali, ha oggetto impossibile o illecito, decide su materie che non rientrano nella competenza dell’assemblea.

[3] Art. 1710 cod. civ. La “diligenza” richiesta è quella che è lecito attendersi da qualunque soggetto di media avvedutezza e accortezza, memore dei propri impegni cosciente delle relative responsabilità. In tal senso Corte di Cassazione sent. n. 19778 del 23 dicembre 2003 e succ. conformi. “L’amministratore deve adempiere ai propri doveri con precisione, scrupolo e oculatezza” De Renzis, Ferrari, Nicoletti, Redivo, “Trattato sul condominio”, Padova, p.607.

[4] Corte di Cassazione, sentenza n. 2669 del 8 ottobre 1963, Maurizio de Tilla, “L‘amministratore, nomina revoca e attribuzioni”, Immobili & Diritto 2011, 6, 65.

L’amministratore non può sindacare la volontà dei condomini e deve eseguirne le disposizioni contenute nelle delibere assembleari.

Tuttavia egli può evitare di attuare tali delibere quando la delibera è nulla o dall’esecuzione della stessa derivi la violazione di norme imperative.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. Ad aprile 2012, l’assemblea delibera € 2.500,00 + IVA ad un tecnico perché verifichi l’origine e la congruità del danno, € 800,00 + IVA, a fronte di inflitra zione acqua proveniente dal piano sovrastante al mio. Contestai l’importo da riconoscere al tecnico, in quanto ritenevo e ritengo che i costi delle verifiche o delle progettazioni o riparazioni per qualunque branca essi sono chiesti non possono essere superiori al costo dell’opera da realizzare o da verificare o riparare. A parte tale obiezione e nonostante ulteriore sollecito ad oggi l’amministratore non ha eseguito la delibera. Cosa fare . Grazie per la risposta Cordiali saluti GIUSEPPE SANTUCCI.

    1. L’enorme numero di consulenze che riceviamo ogni giorno ci ha obbligato ad attivare uno speciale servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, professionale ed in tempi certi.

      Per acquistare il “ticket” online è necessario collegarsi al portale https://www.laleggepertutti.it. Sul menu di sinistra troverà, sotto la voce rossa “servizi”, l’opzione “Richiedi consulenza”.
      Lo stesso risultato si può raggiungere cliccando sulla scritta, posta sopra ogni articolo, “Richiedi consulenza su questo argomento”.

      A quel punto, il sistema La guiderà nel pagamento attraverso carta di credito, Paypal o Postepay.

      Si tratta di un’operazione molto semplice e dal modico prezzo (euro 29,00 iva compresa) che ci consente di rispondere alle svariate domande che ci arrivano da tutta Italia.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI