Diritto e Fisco | Articoli

Cosa significa finanziamento protetto

27 Agosto 2018 | Autore:
Cosa significa finanziamento protetto

Il finanziamento protetto è un tipo di finanziamento garantito da una copertura assicurativa: vediamo nel dettaglio cosa significa.

Nella vita di tutti i giorni può essere necessario ricorrere ad un prestito per finanziare una spesa improvvisa, sia dal punto di vista personale (si pensi, a titolo di esempio, a problemi di salute inaspettati, che richiedano cure costose o trasferimenti in altre città presso cliniche specializzate) che per esigenze di natura lavorativo – professionale. In questi casi, a prescindere dall’ammontare della cifra della quale si ha bisogno, e che varia a seconda della singola situazione contingente, si può provare a chiedere un prestito in banca, impegnandosi alla sua restituzione attraverso la sottoscrizione di un contratto che stabilisce modalità, tempistiche, tassi d’interesse e costi. Il finanziamento stesso, di suo, può inoltre essere concordato attraverso la previsione di alcune coperture assicurative aggiuntive, che permettano all’istituto bancario di rientrare in possesso della cifra erogata anche in caso di mancato o ritardato pagamento delle rate da parte del debitore originario: in questi casi si parla di finanziamento – o prestito – protetto. Analizziamo quindi cosa significa finanziamento protetto e come funziona un prestito protetto.

Finanziamento: cos’è

Prima di verificare cosa si intende per finanziamento protetto, vediamo anzitutto cos’è un finanziamento. Il termine finanziamento è in sostanza un sinonimo di prestito, e si concretizza nell’erogazione di una somma di denaro, più o meno elevata, da parte di un istituto bancario nei confronti di un singolo o di una società. L’importo può essere variabile, potendosi parlare di finanziamenti per importi minimi e relativamente modesti e finanziamenti per somme molto ingenti. Le esigenze, naturalmente, cambiano a seconda di chi fa domanda per ottenere il finanziamento, così come le possibilità di ottenere un prestito in banca sono correlate alla situazione patrimoniale del richiedente, nonché chiaramente alle garanzie che può fornire al momento della richiesta di prestito sulla sua situazione economica e sulla propria solvibilità finanziaria, necessarie a garantire il rimborso delle future rate di restituzione del prestito. Una volta chiarito cos’è un finanziamento, entriamo nel dettaglio e vediamo cosa significa finanziamento protetto.

Finanziamento protetto: cosa significa

Quando parliamo di prestito protetto, facciamo riferimento ad una tipologia particolare di finanziamento. Il finanziamento protetto è uno strumento di tutela per i casi di futura ed eventuale insolvenza del debitore di un prestito. Mediante la sottoscrizione di un finanziamento protetto infatti quest’ultimo viene garantito da una specifica polizza assicurativa, che protegge la banca erogatrice del finanziamento e quindi creditrice del debito. Attraverso un prestito protetto sia il creditore che il debitore sono pertanto tutelati nei casi in cui si verifichino eventi improvvisi alla vita del debitore assicurato, in quanto viene stipulata al momento della concessione del prestito una polizza assicurativa a copertura del credito erogato. Sottoscrivere un finanziamento protetto comporta quindi che in caso di insolvenza del debitore per mancato pagamento delle rate di restituzione del prestito, anticipato dalla banca, sarà l’assicurazione a farsi carico del versamento di quanto dovuto e non ancora corrisposto. Nello specifico, il finanziamento protetto protegge da particolari situazioni che, colpendo il debitore, possano comportare il mancato pagamento delle rate, tra le quali rientrano ad esempio: ricoveri ospedialieri o inabilità temporanee totali del debitore; il decesso o l’invalidità totale del debitore; la perdita dell’impiego. Per quanto riguarda la richiesta e l’erogazione del prestito protetto, questo tipo di finanziamento funziona nel modo seguente.

Finanziamento protetto: come funziona

Dal punto di vista pratico, per ottenere un finanziamento protetto bisogna concordare le modalità con l’istituto bancario presso il quale si è richiesto il prestito. Generalmente, e soprattutto in relazione all’importo economico del finanziamento richiesto, la banca stessa a seconda dei casi non tenderà alla concessione del prestito senza aver prima stabilito che il finanziamento debba essere assistito dalle garanzie assicurative offerte dal prestito protetto. Di conseguenza, anche se possiamo dire che il finanziamento protetto non è obbligatorio, e la scelta è facoltativa, a seconda degli importi richiesti e della situazione patrimoniale – non particolarmente rosea e solida – del debitore, non sarà possibile ottenere il prestito senza in contemporanea sottoscrivere l’assicurazione sul prestito stesso. La polizza assicurativa a copertura del credito può essere prevista a copertura totale della somma finanziata, con la possibilità poi di declinare le facoltà del debitore sulla base di accordi condivisi: in caso di insolvenza o difficoltà finanziarie del debitore, pertanto, l’assicurazione potrà rimborsare la banca al suo posto, per l’ammontare di una o più rate (a seconda di quanto precedentemente concordato).


note

Autore immagine: Pixabay.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube