Diritto e Fisco | Articoli

Spese condominiali: chi le paga in caso di separazione o divorzio


> Diritto e Fisco Pubblicato il 23 gennaio 2013



In caso di separazione o di divorzio, quando la casa familiare viene assegnata al coniuge non proprietario della stessa, chi dei due è tenuto a pagare gli oneri condominiali?

Quando i coniugi si separano, un problema che spesso si pone è chi debba pagare le spese di condominio.

La Cassazione [1] ha chiarito che se la casa familiare è attribuita in godimento al coniuge non proprietario, questi, nonostante tale assegnazione sia gratuita, è tenuto a sostenere le spese ordinarie, poiché collegate all’uso dell’abitazione.

Di conseguenza rimangono a carico dell’ex coniuge proprietario dell’immobile solo le spese straordinarie, quali sono il rifacimento del tetto o la tinteggiatura della facciata.

Ovviamente i due ex coniugi potranno accordarsi tra loro in modo diverso a tale ripartizione che, per come sopra descritta, deriva solo nel caso in cui intese non ve ne siano.

Nel caso, invece, di comproprietà degli ex coniugi della casa familiare, il coniuge assegnatario dovrà ugualmente accollarsi le spese ordinarie, ma quelle straordinarie dovranno essere ripartite in proporzione alla rispettiva quota di proprietà.

note

[1] Cass. sent. n. 18476 del 19.09.2005.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. L’immobile è assegnato alla
    Sig.ra Rossi che vi si trasferirà con
    il figlio, accollandosi integralmente le spese condominiali;
    Cosa significa questo scritto, convalidato da un Giudice ?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI