Diritto e Fisco | Articoli

Denuncia di successione: come compilarla e presentarla

18 Agosto 2018
Denuncia di successione: come compilarla e presentarla

C’è un anno di tempo dalla data di morte per presentare la dichiarazione di successione, superato questo termine si incorre in sanzioni.

Purtroppo è venuto a mancare un tuo familiare e devi presentare la denuncia di successione. Per farlo puoi anche non rivolgerti a un professionista. I soggetti che devono presentare la denuncia di successione, infatti, sono gli eredi, i chiamati all’eredità e i legatari. Quindi puoi farlo anche da solo, basta seguire delle semplici regole. Vediamo quindi insieme come compilare e presentare la denuncia di successione.

Che cos’è la denuncia di successione

La dichiarazione di successione è un documento che deve essere presentato all’Agenzia delle Entrate per rendere noto il trasferimento dei beni a seguito della morte di un soggetto. Infatti quando qualcuno viene a mancare i suoi crediti e debiti si trasferiscono ai suoi eredi. A seguito della presentazione della dichiarazione si può procedere a tutti gli altri adempimenti per rendere definitivo il passaggio dei beni a favore degli eredi, come ad esempio le volture catastali. Anche se gli eredi sono tanti, la dichiarazione può essere presentata da uno solo di essi. È bene sapere che non devono presentare la dichiarazione di successione il coniuge e i parenti in linea retta del defunto il cui valore dell’attivo ereditario sia inferiore ai 100.000 euro.

Denuncia di successione: quando va presentata

È obbligatorio presentare la denuncia di successione entro dodici mesi dall’apertura della successione stessa. In genere l’apertura della successione coincide con la data di morte[1]. Ma che succede se non fai in tempo? Puoi sempre presentarla in ritardo? La risposta è sì, la dichiarazione di successione può essere presentata anche dopo la scadenza dei dodici mesi dalla morte. Si andrà semplicemente incontro al pagamento di modeste sanzioni per il ritardo.

Denuncia di successione: come presentarla

Il nuovo modello di denuncia di successione che consente contestualmente anche le volture catastali è inviabile esclusivamente online, anche se fino al 31 dicembre 2018 sarà possibile ancora presentare la successione con il vecchio modello cartaceo da consegnare all’ufficio territoriale competente. Peraltro se la successione per la quale devi presentare denuncia si è aperta prima del 3 ottobre 2006 è obbligatorio farlo utilizzando proprio il vecchio modello.

Denuncia di successione online: come compilarla

Per compilare la denuncia di successione online devi scaricare l’apposito programma messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Una volta lanciato il programma bisogna creare una nuova dichiarazione di successione. Nella prima schermata dovrai inserire i dati del defunto e dell’erede che presenta la dichiarazione di successione. In seguito ti verrà chiesto se quella che stai presentando è la prima dichiarazione di successione del defunto oppure ne hai già presentata uno. Potresti averlo già fatto dimenticando di inserire un immobile oppure sbagliando l’indicazione degli eredi. In quel caso dovresti presentare rispettivamente una dichiarazione integrativa o una dichiarazione modificativa. Dopo aver scelto il tipo di dichiarazione, ti verrà chiesto se il defunto era proprietario di terreni e/o fabbricati. Dovrai dunque selezionare le sezioni che ti interessano. La schermata seguente riguarderà eventuali debiti, donazioni fatte in vita e il possesso di aziende, quote societarie e beni mobili. Infine ti verrà chiesto se sei un utente abilitato alla presentazione dei servizi telematici all’Agenzia delle Entrate. Se non lo sei, non preoccuparti. Puoi sempre presentare la dichiarazione di successione che stai compilando di un professionista abilitato o dell’ufficio territoriale dell’Agenzia. A questo punto dovrai inserire i dati degli immobili e di tutti i beni di proprietà del defunto. Ti serviranno pertanto le visure catastali per quanto riguarda gli immobili. Per le automobili sarà sufficiente copia del libretto. Per eventuali quote sociali dovrai procurarti un certificato camerale.

Denuncia di successione: come presentarla

Quando avrai finito di compilare la denuncia di successione in tutte le sue parti, dovrai presentarla all’Agenzia delle Entrate perché abbia valore. Questo è un passaggio fondamentale, altrimenti quello che avrai in mano è solo un file o un pezzo di carta senza valore. Per farlo hai due modi. Inviare la dichiarazione di successione online o presentarla all’ufficio territoriale competente dell’Agenzia. Per presentarla online devi firmare digitalmente il file generato dal programma rilasciato dall’Agenzia delle Entrate e trasmetterlo dal programma stesso, ma devi essere abilitato all’invio. Se invece devi presentarla manualmente, devi individuare in quale sportello presentare la dichiarazione di successione. Per farlo occorre sapere in quale comune era residente il defunto. L’ufficio competente sarà quello in cui è ricompreso il comune di ultima residenza. Se il defunto risiedeva all’estero, ma in precedenza era stato residente in Italia, la denuncia dovrà essere presentata presso l’ufficio nella cui circoscrizione si trova l’ultima residenza italiana. Per i defunti mai stati residenti in Italia, invece, l’ufficio competente è quello di Roma 6.

Di Francesco Papa


note

[1] Art. 456 c.c.

Autore immagine: pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube