HOME Articoli

Lo sai che? Avvocati: come si diventa cassazionisti dopo la riforma forense

Lo sai che? Pubblicato il 22 gennaio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 22 gennaio 2013

Non si diventa più cassazionisti per il solo decorso del tempo.

La recente riforma forense ha modificato l’accesso alle giurisdizioni superiori per gli avvocati [1].

Da oggi si diventa cassazionisti non più per il semplice decorso dei dodici anni dall’iscrizione all’albo.

La nuova disciplina prevede due alternative:

– o, dopo almeno cinque anni di iscrizione in un albo circondariale, si affronta e supera il severo esame previsto dalla previgente normativa del 1936, che viene richiamata e solo in misura modesta modificata;

– oppure, dopo otto anni di esercizio della professione e iscrizione ad albo circondariale, si concede l’iscrizione a chi abbia lodevolmente e proficuamente frequentato la scuola superiore dell’avvocatura, già esistente come fondazione del Consiglio nazionale Forense e che dovrà essere oggetto di istituzione e disciplina regolamentare del medesimo organo.

La frequenza della scuola deve concludersi con una “verifica finale di idoneità“, non dunque un esame di stato vero e proprio come quello previsto dalla vecchia normativa.

Una norma transitoria consente di estendere l’iscrizione all’albo speciale, oltre ovviamente a coloro che vi sono già iscritti, anche ai legali che matureranno i requisiti previsti dalla previgente normativa entro un triennio dall’entrata in vigore della riforma.

note

[1] Art. 22 della riforma forense approvata il 21.12.2012


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. Buongiorno, mi chiedo se per l’iscrizione all’albo degli avvocati cassazionisti è necessario attendere i 3 anni previsti dalla norma transitoria o se è possibile immediatamente per chi, ad esempio, ha 9 anni di anzianità

  2. salve avvocato sono stato licenziato dai vigili del fuoco con contratto indeterminato mentre svolgevo il periodo di prova ,causa malattia ed invece ero sotto infortunio dopo 12 mesi mi è stata riconosciuta la causa di servizio (idoneo al servizio d’istituto)ma il procedimento è andato avanti ,il tar inammissibile ,il consiglio di stato respinge il merito ,volevo sapere se potrei rivolgermi ad altra corte attendo sue ,grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI