Diritto e Fisco | Editoriale

Genitore risposato: a chi va l’eredità?

21 Agosto 2018 | Autore:
Genitore risposato: a chi va l’eredità?

Per sapere a chi va l’eredità di un genitore risposato basta conoscere la legge. Ecco quali sono le regole in questo caso particolare.

Le vicissitudini sentimentali che possono caratterizzare la vita di un individuo sono molteplici. Non di rado abbiamo a che fare con lo scapolo incallito o la zitella indispettita o più frequentemente, invece, con un felice matrimonio con figli e suoceri annessi. Ma sappiamo anche che non sempre le ciambelle riescono col buco e che l’idillio coniugale può inesorabilmente venir meno. La coppia si separa, i figli restano affidati ad uno dei due coniugi e l’altro si rifà una vita, trovandosi un’altra compagna (o compagno). Ebbene, se ti riconosci, almeno parzialmente in questa situazione e vorresti sapere a chi va l’eredità del tuo genitore che si è risposato, questo articolo fa al caso tuo. Sei, infatti, preoccupato della sorte del patrimonio di tuo padre: quest’ultimo, dopo aver divorziato da tua madre, si è rifatto una famiglia, coniugandosi con un’altra donna ed avendo anche dei figli con la stessa. Hai, quindi, timore che questi fratelli possano accaparrarsi tutto o che, peggio ancora, sia questa seconda moglie di tuo padre a ricevere tutti i beni dello stesso. Inoltre, ti chiedi: ma è mai possibile che mia madre non abbia diritto a nulla nonostante sia stata la prima moglie di mio padre? Visto che ci sono questi fratelli di secondo letto, a quanto ammonta la mia eredità? Infine, quando morirà la seconda moglie di mio padre, potrò ereditare qualcosa oppure no? Procediamo con ordine e cerchiamo di capire a chi va l’eredità del genitore risposato.

Padre risposato: cosa eredita la madre divorziata?

Per rispondere alla domanda appena posta è opportuno fare un’importante premessa. Rispetto alla questione ereditaria ed agli eventuali diritti a favore del coniuge divorziato, la circostanza che l’altro si sia o meno risposato è del tutto irrilevante. Come, infatti, è stato ampiamente chiarito nell’articolo cosa eredita il coniuge divorziato?, poiché abbiamo a che fare con un vero e proprio scioglimento del contratto di matrimonio, dopo il divorzio i due ex coniugi diventano dei perfetti estranei. Per questa ragione, se tuo padre si è risposato (ma come ho detto è irrilevante) e vorresti sapere cosa eredita tua madre divorziata, la risposta è negativa. Alla morte del primo, la seconda non avrà diritto ad alcuna quota ereditaria. Certo potrebbe accadere che tuo padre le riservi qualcosa tramite testamento: lo potrebbe fare destinandole, anche solo in parte, quella che viene definita come quota disponibile (per sapere di cosa di tratta, leggi l’articolo che cos’è la quota disponibile?). Ma come puoi ben immaginare, si tratta di un’ipotesi alquanto remota ed improbabile.

Genitore risposato: cosa ereditano i figli?

Dopo aver letto la risposta alla domanda precedente, hai sicuramente capito che tua madre divorziata non erediterà nulla da tuo padre perché del tutto estranea al medesimo dopo il divorzio: ebbene succede lo stesso anche per i figli del primo matrimonio? Assolutamente no. I figli, siano essi di primo, secondo, terzo, quarto letto, ecc, sono e resteranno tali e pertanto erediteranno il patrimonio del padre regolarmente. Pertanto, per sapere cosa ereditano i vari figli del genitore risposato è sufficiente rifarsi alla legge, la quale dice che:

  • I figli erediteranno 2/3 del patrimonio del padre, se alla morte del medesimo sarà ancora in vita la seconda moglie. La predetta quota sarà divisa in parti uguali tra i vari figli, senza alcuna distinzione relativa al matrimonio da cui sono nati;
  • I figli erediteranno l’intero patrimonio del padre, se alla morte del medesimo sarà già defunta la seconda moglie. Anche in questo caso, la predetta divisione avverrà in parti uguali tra i vari figli, senza alcuna distinzione relativa al matrimonio da cui sono nati.

Detto ciò, potrebbe accadere che il padre abbia fatto testamento e che abbia voluto destinare qualcosa a un fratello, a un amico, ecc. Ebbene, anche in questo caso, i figli dovranno necessariamente ereditare qualcosa, indipendentemente dal come e quando siano nati e, per la precisione:

  • I figli dovranno ereditare almeno la metà del patrimonio del padre, se alla morte del medesimo sarà ancora in vita la seconda moglie. La predetta quota sarà divisa in parti uguali tra i vari figli, senza alcuna distinzione relativa al matrimonio da cui sono nati;
  • I figli dovranno ereditare almeno 2/3 del patrimonio del padre, se alla morte del medesimo sarà già defunta la seconda moglie. Anche in questo caso, la predetta divisione avverrà in parti uguali tra i vari figli, senza alcuna distinzione relativa al matrimonio da cui sono nati.

Coniuge del genitore risposato: a chi va l’eredità?

Se hai letto bene questo articolo, avrai sicuramente capito che l’eredità è una questione di famiglia e pertanto, poiché con la seconda moglie di tuo padre non hai alcun legame parentale e/o giuridico, alla morte della medesima non riceverai alcunché. L’eredità del coniuge del genitore risposato andrà quindi divisa tra i parenti dello stesso, partendo da quelli più stretti (l’altro coniuge ed i figli) e finendo con quelli più lontani, in mancanza o per rinuncia dei primi. Ovviamente, il coniuge del genitore risposato potrà fare testamento, destinando qualcosa ai figli di primo letto dell’altro coniuge, ma dovrà farlo sempre nel rispetto delle quote minime previste a favore dei propri parenti più stretti.



2 Commenti

    1. Nel dettaglio, l’eredità se il padre si risposa si divide in questo modo:
      2/3 del patrimonio ai figli se la seconda moglie è ancora in vita al momento del decesso del padre. Questi 2/3 vanno divisi in parti uguali tra i figli, indipendentemente dal fatto che siano nati dal primo o dal secondo matrimonio;
      il 100% del patrimonio se la seconda moglie era già morta al momento del decesso del padre. Non importa che la prima moglie sia ancora viva: come abbiamo spiegato, il divorzio avrà annullato ogni effetto e ogni diritto nei confronti di tuo padre. Come nel caso precedente, la quota del patrimonio va divisa in parti uguali tra i figli sia del primo sia del secondo matrimonio.
      L’eredità, dunque, se divide così secondo la legge. Ma tu padre, che si è risposato dopo il divorzio, può avere lasciato scritto un testamento in cui cede una quota del suo patrimonio ad una persona non prevista dalla legge (un amico, un ente di beneficenza, ecc.). In questo caso, e sempre al di là del matrimonio da cui sono nati, i figli hanno diritto alla loro eredità e, nello specifico, dovranno percepire:
      almeno la metà del patrimonio, divisa in parti uguali tra tutti i figli, se la seconda moglie è ancora viva;
      almeno 2/3 del patrimonio, divisi in parti uguali tra tutti i figli, se la seconda moglie era già defunta al momento del decesso del padre.
      Puoi trovare maggiori informazioni nei seguenti articoli:
      -Eredità: padre risposato e divisione del patrimonio tra figli https://www.laleggepertutti.it/273873_eredita-padre-risposato-e-divisione-del-patrimonio-tra-figli
      -Padre si risposa: come si divide l’eredità? https://www.laleggepertutti.it/272534_padre-si-risposa-come-si-divide-leredita

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube