Diritto e Fisco | Articoli

Obbligatorio il rinvio di udienza se un avvocato aderisce allo sciopero

24 gennaio 2013


Obbligatorio il rinvio di udienza se un avvocato aderisce allo sciopero

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 gennaio 2013



Tutelato il diritto di sciopero dell’avvocato che dichiara di aderire alla astensione dell’udienza purché ne dia comunicazione alle altre parti in giudizio.

L’avvocato che voglia aderire all’astensione collettiva dell’attività giudiziaria ha l’obbligo di dare un congruo preavviso e di fornire un ragionevole limite temporale dell’astensione medesima [1].

Se il difensore adempie a tale onere, ha il diritto di ottenere un differimento della trattazione della causa [2]. È tuttavia necessario che tale adesione sia portata a concreta conoscenza dell’ufficio giudiziario e della controparte. Non basta, dunque, un semplice fax inoltrato alla cancelleria, la sera prima dell’udienza; mancherebbe, infatti, in questo caso, la prova che il fax sia stato poi portato, per tempo, a conoscenza del Collegio giudicante e degli altri difensori costituiti nel giudizio.

note

[1] Tanto a seguito della sent. C. Cost. n. 171/96 con cui è stata dichiarata l’incostituzionalità dell’art. 2 comma 1 e 5 legge n. 146/1990.

[2] Sempre che non si tratti di una delle controversie di cui agli artt. 4 e 5 della regolamentazione contenuta nella delibera n. 02/137 della Commissione di garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI