Business | Articoli

Cos’è l’Iri e come funziona?

6 Gen 2017


Cos’è l’Iri e come funziona?

> Business Pubblicato il 6 Gen 2017



La nuova imposta sul reddito di impresa per le ditte individuali: il sistema di imposizione e l’aliquota.

Si chiama Iri l’imposta sul reddito d’impresa che prevede per le ditte individuali e per le società di persone l’opportunità di optare per la tassazione separata del reddito d’impresa.

L’imposta è stata inserita nella Legge di Bilancio 2017 e prevede che il reddito di impresa venga escluso dalla tassazione Irpef – dunque dalla tassazione delle persone fisiche – e acceda, su richiesta del titolare, ad un regime agevolato con un aliquota del 24%.

La medesima aliquota dell’Iri viene applicata all’Ires, l’imposta sul reddito di impresa, anch’essa portata al 24% dal gennaio 2017.

Chi può accedere all’Iri?

I soggetti che possono accedere all’Iri sono elencati nel Testo unico sull’imposta sui redditi [1] che – per come modificato dalla Legge di Bilancio 2017 – stabilisce che l’Iri possa essere scelta dai seguenti soggetti in regime di contabilità ordinaria:

  • imprenditori individuali,
  • società in nome collettivo (Snc),
  • società in accomandita semplice (Sas),
  • S.R.L a ristretta base proprietaria che potevano optare per la trasparenza fiscale.

In merito a quest’ultimo punto, la legge di bilancio 2017 ha inoltre inserito un’ulteriore modifica tra le  “Opzioni per le società a ristretta base proprietaria” [2] stabilendo che in alternativa alle opzioni già previste, anche le società a ristretta base proprietaria possono, appunto, optare per l’Iri.

Vediamo allora di fare chiarezza: come viene tassato il reddito degli imprenditori individuali o dei soci di società di persone o di capitali che abbiano optato per l’Iri?

Iri: come viene tassato il reddito

Gli imprenditori individuali o per i soci di società di persone che abbiano optato per l’IRI saranno dunque tassati come segue:

  • il reddito d’impresa sarà tassato al 24% con la stessa aliquota prevista ai fini IRES;
  • tutti gli altri redditi, compreso il reddito da lavoro, saranno assoggettati ad aliquota progressiva IRPEF.

Come effettuare l’opzione per l’Iri

Una volta che si sceglie di applicare l’Iri, si sarà vincolati all’applicazione della tassa per almeno cinque periodi d’imposta. L’opzione è poi rinnovabile.
L’esercizio dell’opzione deve essere effettuata nella dichiarazione dei redditi, con effetto dal periodo d’imposta cui è riferita la dichiarazione. Per il 2017, l’opzione Iri andrà quindi indicata in Unico 2018.

La scelta dell’opzione deve essere effettuata alla scadenza, appunto, dell’Unico 2018, dunque al 30 giugno 2018 e non prima.

note

[1] Tuir, art. 55.

[2] Tuir, art. 116.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI