Business | Articoli

Differenza tra Bonus Occupazione Giovani e Assunzioni al Sud

16 Gen 2017 | Autore:


> Business Pubblicato il 16 Gen 2017



Bonus assunzioni al via, le istruzioni dell’Anpal, ecco le differenze tra bonus assunzione al Sud e bonus occupazione giovani.

L’Anpal ha trasmesso con i suoi primi due decreti le istruzioni per poter usufruire dei bonus assunzioni. Ecco la differenza tra due dei bonus più rilevanti: il Bonus Assunzioni al Sud e il Bonus Occupazione giovani.

Cos’è il bonus assunzioni al Sud?

Il bonus assunzioni al Sud è la misura che permette di sgravare i costi relativi ai contributi fino a un massimo di 8mila euro per lavoratore (per la precisione 8.060 euro esclusi i premi Inail), nei casi di assunzione con apprendistato professionalizzante o con contratti a tempo indeterminato.
Le assunzioni devono essere rivolte a giovani dai 16 ai 24 anni, o anche a 25 anni ma disoccupati da 6 mesi.
Le agevolazioni sono concesse per assunzioni effettuate in:

  • Basilicata,
  • Calabria,
  • Campania,
  • Puglia,
  • Sicilia,
  • Abruzzo,
  • Molise
  • Sardegna.

Le agevolazioni sono applicabili anche nel caso in cui non si verifichino nuove assunzioni, ma trasformazioni di contratto da tempo determinato a indeterminato.

Cos’è il Bonus Occupazione Giovani?

Il bonus occupazione giovani è sempre pari alla contribuzione previdenziale fino ad un massimo di 8.060 euro (non sono inclusi i premi Inail). Possono accedere all’incentivo i datori di lavoro che assumano giovani registrati a Garanzia Giovani o i NEET (Not in Education Either in Training, letteralmente né in percorsi di educazione né in percorsi di formazione). Rientrano in quest’ultima definizione i giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni (che abbiano assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione, se minorenni) che non siano inseriti in un percorso di studio o formazione e che risultano essere disoccupati.

Quando valgono gli incentivi per l’occupazione?

Vale l’incentivo se si assume con i seguenti contratti:

  • a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • apprendistato professionalizzante;
  • a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, la cui durata sia inizialmente prevista per un periodo pari o superiore a sei mesi (in questo caso il bonus è ridotto).

Come chiedere le agevolazioni?

Per chiedere le agevolazioni i datori di lavoro devono inoltrare un’istanza preliminare di ammissione all’Inps in via telematica, indicando i dati relativi all’assunzione effettuata o che intendono effettuare, con le modalità che verranno definite dallo stesso istituto.

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI