Business | Articoli

Assegno di collocazione: tutto fermo

25 Gennaio 2017
Assegno di collocazione: tutto fermo

Si dovrà ancora attendere per le prime emissioni di assegni di collocazione, ecco cosa blocca la procedura e come dovrebbe funzionare.

Per ottenere l’assegno di ricollocazione i disoccupati dovranno ancora attendere un po’.

Le Regioni difatti hanno per ora bloccato la procedura di concessione del sussidio, stante che non si è trovato alcun accordo operativo per gestire la concessione del voucher.

Cos’è l’assegno di ricollocazione?

L’assegno di ricollocazione è quella misura di politica attiva con la quale l’Anpal (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro) offre ai disoccupati percettori di Naspi da almeno 4 mesi, la possibilità di fruire di un ulteriore voucher del valore massimo di 5mila euro per attivare un percorso di formazione e inserimento personalizzato.

Chi eroga l’assegno di ricollocazione?

L’assegno di ricollocazione è erogato dall’Anpal ed è spendibile presso i centri per l’impiego pubblici o privati. A seconda del grado di gravità della condizione lavorativa di partenza e dunque in funzione della «facilità» del collocamento del lavoratore sul mercato, l’assegno può essere più o meno «pesante».

La cifra massima a cui può giungere è pari a 5mila euro, che tuttavia non vengono assegnate direttamente al disoccupato, ma vengono erogate a favore del centro una volta che il percorso di inserimento ha avuto successo.

Quanto si può ottenere con l’assegno di ricollocazione?

Con l’assegno è possibile ottenere un voucher che varia come segue:

  • da 1.000 a 5.000 euro in caso di risultato occupazionale che preveda un contratto a tempo indeterminato (compreso apprendistato);
  • da 500 a 2.500 euro in caso di contratto a termine superiore o uguale a 6 mesi;
  • da 250 a 1.250 euro per contratti a termine da 3 a 6 mesi (solo in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia).

Perchè l’assegno di ricollocazione non è ancora partito?

Il Jobs Act, che ha introdotto questa misura, prevede la possibilità di una fase di sperimentazione volta a valutare gli effetti sul mercato del lavoro. Non essendosi concluso l’accordo con le Regioni, presupposto per l’avvio di tale fase, l’erogazione dei voucher è ancora ferma. Si prevede che i primi pagamenti possano avvenire nel mese di febbraio.

Intanto l’Anpal ha aperto il proprio sito web a tutti coloro che ritengono di essere nelle condizioni di fare domanda. Per ulteriori informazioni ti consigliamo il nostro approfondimento Ricollocazione: sostegno a chi prende la NASPI, la guida.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube