Business | Articoli

Ricongiunzione contributi professionisti: non c’è rivalutazione

10 Febbraio 2017
Ricongiunzione contributi professionisti: non c’è rivalutazione

Per chi ha deciso di effettuare la ricongiunzione nel 2017 non ci saranno costi aggiuntivi in termini di interessi derivanti dall’adeguamento Istat. Ecco perchè.

Se l’indice Istat peri prezzi al consumo è pari a zero, o negativo, non si operano rivalutazioni. Ciò vale sia per i debiti dello stato sia per i crediti che lo stato vanta nei confronti del contribuente.

Ecco allora che alla luce di indici di prezzi al consumo invariati, anzi nel caso di quest’anno negativi (-0,1%), i professionisti che hanno deciso di operare la ricongiunzione dei contributi pagando la quota attraverso la suddivisione rateale non saranno soggetti a rincari.

Gli oneri di ricongiunzione relativi alle domande presentate nel 2017 non saranno dunque gravati di interessi [1].

Cos’è la ricongiunzione dei contributi?

Per sapere cs’è la ricongiunzione dei contributi ti consigliamo di consultare il nostro approfondimento Ricongiunzione dei contributi: come funziona, la guida.

Possibile cumulare i contributi gratuitamente? 

Dallo scorso anno è stata resa possibile anche un’altra opzione di riunione dei contributi versati dai professionisti, il cumulo gratuito difatti è stato esteso anche a queste categorie. Per saperne di più ti consigliamo il nostro approfondimento Cumulo gratuito dei contributi: anche per i professionisti.

Posso accedere al cumulo gratuito se ho già fatto una ricongiunzione?

L’opzione è disponibile anche nel caso in cui sia stata già effettuata una richiesta di ricongiunzione, consulta il nostro articolo Ritirare la ricongiunzione e optare per il cumulo gratuito si può.


note

[1] Inps, circ. n. 30 del 07.02.2017.

Autore immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube