Questo sito contribuisce alla audience di
Business | Articoli

Stage retribuito in Parlamento europeo

26 Marzo 2017
Stage retribuito in Parlamento europeo

Opportunità di stage retribuito e percorsi di formazione nel Parlamento Europeo. Ecco i dettagli e i requisiti.

Nuove possibilità di stage retribuito presso le istituzioni dell’Unione. Nei giorni celebrativi dei Trattati di Roma partono le candidature per i tirocini retribuiti presso le istituzioni UE. Un’opportunità per laureati in giurisprudenza e mediazione linguistica.

Chi può candidarsi?

Possono candidarsi allo stage retribuito i traduttori e i titolari di diplomi universitari.

Tuttavia il Parlamento propone anche degli stage con rimborso spese destinati ai più giovani, maggiorenni che hanno voglia di mettersi alla prova con un’esperienza all’estero nell’ambito delle istituzioni europee, con un percorso di formazione e lavoro nel campo della traduzione in un ambito internazionale.

Quanto dura lo stage?

Gli stage hanno durata di tre mesi prorogabili per un periodo di ulteriori tre mesi.

A quanto ammonta la borsa?

L’importo della borsa per gli stage retribuiti nell’ultima sessione è stata pari a 1.252,26 euro al mese, per cui è probabile che la somma rimarrà poco più o poco meno di questo.

Per gli stage di formazione per i più giovani il contributo è a previsto a titolo di rimborso spese ed è pari a 300 euro mensili.

Come candidarsi?

Per candidarsi c’è tempo fino al 15 maggio e occorre presentare la candidatura esclusivamente online, completata in un’unica sessione. Naturalmente è richiesta la padronanza assoluta delle lingue: la procedura è prevista in inglese o in francese mentre la lettera motivazionale con la quale si spiega le ragioni della propria candidatura possono esser scritte in lingua madre.  per cui ci si candida deve essere spiegata nella propria lingua madre.

Quando partiranno gli stage?

Gli stage prenderanno il via il 1 ottobre del 2017.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube