Business | Articoli

È vero che Windows 10 danneggia il PC?

28 Marzo 2017


È vero che Windows 10 danneggia il PC?

> Business Pubblicato il 28 Marzo 2017



Grattacapi per il colosso dell’informatica: serie di denunce verso Microsoft annunciate sul Web. Ma è vero che il Sistema Operativo provaca danni?

Il passaggio al sistema operativo Windows 10 non ha messo tutti d’accordo. Anzi, come avevamo già riportato, tre utenti dell’Illinois avrebbero intenzione di querelare l’azienda di Redmond e coalizzarsi per dar vita a una sorta di class action, richiedendo a zio Bill un risarcimento di oltre 5 milioni di dollari. Il tutto, per aver riscontrato una serie di problemi al Pc, che avrebbero causato una presunta perdita di dati.

I tre utenti, negli ultimi giorni, hanno rincarato la dose, affermando la loro convinzione che il problema interessi – a loro dire – certamente un numero maggiore di utenti, magari ignari di essere delle vittime.

Ora in molti si chiedono se effettivamente non sia vero tutto ciò e anche se girando online si trovano diversi utenti che chiedono aiuto o si lamentano su Windows 10, il problema sembra confinato a pochi elementi. Tuttavia, i rumors non si sono fermati…

Danni da Windows 10: la colpa di BigM

La colpa di BigM, secondo i querelanti, è quella di essere stata troppo negligente e non sufficientemente accorta nel controllo dei requisiti minimi di sistema e nell’apparizione di avvisi volti a tutelare l’utente, quali ad esempio, inviti a effettuare il backup di tutti i propri dati prima di procedere con l’aggiornamento.

Tutto questo ha portato l’aggiornamento Windows 10 a fare razzia di contenuti e operato una sorta di formattazione totale del Pc.

Il migliore Windows di sempre?

Definito «il migliore Windows di sempre», Windows 10 ha portato varie problematiche, stando a quanto si legge online. Il passaggio per molti utenti pare abbia portato all’alterazione di alcune funzioni del computer, come, per alcune periferiche, il non riuscire a implementare i driver adattati con il nuovo sistema operativo, cosicché la periferica (ad esempio un mouse o una stampante) non riesca più a «dialogare», compromettendo, appunto, la funzionalità del Pc.

Cosa dice Microsoft?

L’azienda, dal canto suo, ha risposto che per chi ha aggiornato nel corso del primo anno c’erano numerose opzioni di aiuto, tra cui il supporto clienti gratuito e 31 giorni per tornare al vecchio sistema operativo e che, quindi, le affermazioni dei querelanti sono senza valore.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI