Business | Articoli

Stop Trivelle nello Ionio: accolto il ricorso dei Comuni

1 Aprile 2017
Stop Trivelle nello Ionio: accolto il ricorso dei Comuni

Con un’ordinanza pubblicata il 30 marzo il Tar Lazio ha decretato la sospensione delle trivellazioni nel Mar Ionio.

Le trivellazioni nel Mar Ionio vanno sospese. Il Tar del Lazio ha accolto le tesi difensive presentate da molti comuni del Sud.

La richiesta di sospensione

Il Tar ha sospeso i provvedimenti autorizzativi da parte del ministero tesi alla ricerca e prospezione di idrocarburi liquidi e gassosi nel Mar Ionio.

Il ricorso è stato presentato da diversi comuni calabresi, preoccupati dal rilascio di permessi alla società Global Med LLC per la ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi; ad essa si è poi aggiunta la Schlumberger Italiana Spa.

Accolta l’istanza cautelare: ora si va nel merito

I comuni esultano ora per la prima vittoria ottenuta con l’accoglimento dell’istanza cautelare e la conseguente sospensione dell’autorizzazione alla ricerche in mare, in attesa della prossima udienza di merito merito, il prossimo 25 ottobre 2017.

I Comuni ricorrenti

Oltre alla Regione hanno ricorso al TAR Lazio anche molti Comuni, tra cui Rossano, Villapiana, Crotone e Crosia.

Soddisfatto il sindaco di Crotone: «Una prima, importante vittoria della città e dei suoi cittadini, dei sindaci del territorio, di tutte le forze che in questi mesi abbiamo convogliato a difesa del nostro mare[…] Ho sempre sostenuto la pericolosità delle tecniche utilizzate per la ricerca di idrocarburi e mi sono battuto affinché questo attentato al nostro mare non si attuasse. L’accoglimento della sospensiva del nostro ricorso è un primo importante passo. Non molleremo la presa».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube