Business | Articoli

Precompilata 2017: le spese detraibili

17 Aprile 2017 | Autore:
Precompilata 2017: le spese detraibili

A giorni ci sarà il debutto della dichiarazione precompilata 2017, il 18 aprile. Ma quali sono le voci di spesa a disposizione dei contribuenti?

Spese sanitarie, interessi passivi su mutui, spese funebri… sono solo alcuni esempi. L’Agenzia delle Entrate ha stimato complessivamente 102 miliardi di sconti.

Le spese sanitarie nella dichiarazione precompilata

La voce più corposa è senza dubbio quella delle spese mediche. Ticket, spese sanitarie, farmaci da banco, visite specialistiche; in totale si parla di 29 miliardi di valore solo per questo tipo di oneri. Ricordiamo che la detrazione è del 19%, oltre la soglia di spesa di 129,11 euro.

Per conoscere l’elenco completo delle spese mediche detraibili ti consigliamo di leggere il nostro approfondimento: Spese sanitarie detraibili nel 730: l’elenco completo.

Detrazione immobili precompilata 2017

Il vero amore degli italiani resta sempre la casa. Oltre 41 miliardi di bonus disponibili, un dato questo che si ottiene sommando i 10 miliardi relativi agli interessi passivi per i mutui e la quota ben più sostanziosa di agevolazioni che riguardano ristrutturazioni, acquisto di mobili ed elettrodomestici e il risparmio energetico.

A tutti questi dati, trasmessi dalle banche sui bonifici, vanno aggiunti quelli trasmessi dagli amministratori di condominio inerenti le comunicazioni per i lavori di ristrutturazione su parti comuni dell’edificio.

Spese funebri e università

Altri dati disponibili per i contribuenti sono quelli inerenti le spese funebri e da quest’anno anche i rimborsi per le tasse di iscrizione universitarie.

Da quando si può modificare la precompilata 2017?

La precompilata 2017, anche in ragione della Pasqua che quest’anno è caduta proprio il 15 di aprile, potrà essere modificata con date leggermente diverse dal solito. Tutti i dettagli e le varie scadenze sono sul nostro articolo 730: il calendario delle scadenze per il Precompilato 2017.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube