Business | Articoli

Bonus mamma: più di 27mila domande in 36 ore

9 Maggio 2017


Bonus mamma: più di 27mila domande in 36 ore

> Business Pubblicato il 9 Maggio 2017



Nelle prime 36 ore all’avvio delle richieste boom di richieste per il bonus mamme da 800 euro.

È partito in maniera più che positiva il bonus mamma (Bonus mamma domani: chi può richiederlo e da quando e Come presentare domanda per il bonus mamma domani): secondo i dati ufficiali diffusi dall’Inps, solo il giovedì 4 maggio, sono pervenute quasi 30mila richieste per ottenere gli 800 euro. Il beneficio economico sarà corrisposto al compimento del settimo mese di gravidanza o alla nascita, adozione o affido.

L’Inps ricorda che il «premio alla nascita» viene corrisposto direttamente dall’istituto, previa presentazione della documentazione necessaria e l’esame dei requisiti. Complessivamente la legge di Bilancio ha previsto uno stanziamento di 392 milioni di euro, sufficiente a garantire una platea di 490 mila persone l’anno. Tra le domande presentate quelle che riguardano nascite già avvenute sono state 20.402. La facilità e semplicità della procedura Inps ha reso così elevata la percentuale delle domande ed una sempre più diffusa cultura digitale tra gli utenti dell’Istituto.

Che cosa è il bonus mamma domani

Il beneficio economico di 800 euro, ricorda l’Inps, viene corrisposto in un’unica soluzione per la nascita o l’adozione di un minore, a partire dal 1° gennaio 2017, su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese di gravidanza) o alla nascita, adozione o affido. È rivolto alle mamme o future mamme che, dal 1° gennaio 2017 hanno raggiunto una di queste alternative: compiuto il settimo mese di gravidanza; partorito; adottato un minore; avuto un bimbo in affidamento; bisogna avere la residenza in Italia e/o la cittadinanza italiana/comunitaria. Le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane.

Quando presentare la domanda

La domanda deve essere presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque entro un anno dalla nascita, adozione o affidamento. Il beneficio sarà concesso dall’INPS in un’unica soluzione, sarà corrisposto per gravidanza o parto ed anche per adozione o affidamento, in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato. Non si evince nella norma nessun vincolo ISEE. Inoltre Il contributo di 800 euro [1], non concorre alla formazione del reddito complessivo. Il Bonus di 800 euro è completamente a carico del Bilancio dello Stato (Legge di stabilità 2017).

Segui La Legge per Tutti Business

Se credi che La Legge per Tutti Business possa essere la pagina che fa per te ecco come fare in pochi passi per averla sempre al top della tua timeline di Facebook: clicca qui, ti si aprirà la pagina nella nuova scheda.

Clicca su mi piace e poi nella sezione «seguici»  clicca su «mostra sempre per primi». Non perderai neanche uno dei nostri pezzi e sarai sempre aggiornato. Ti aspettiamo.

note

Autore immagine: Google Immagini

[1] DL  n. 232 art. 1, com. 353 del 11.12.2016


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI