Business | Articoli

Ape social, termini per l’invio, priorità, requisiti

12 Giugno 2017
Ape social, termini per l’invio, priorità, requisiti

I requisiti per ottenere l’assegno mensile di sostegno e le scadenze per inoltrare le richieste all’Inps.

Il 22 maggio è entrata in vigore l’Ape social (Anticipo pensionistico sociale), la norma che permette a particolari classi di lavoratori o disoccupati di ricevere un assegno mensile (massimo 1500 euro) fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione.

Ape social, i requisiti

Per avere diritto all’indennizzo, al momento della richiesta, occorre:

  • avere almeno 63 anni di età;
  • avere almeno 30 anni di anzianità contributiva. Solo per i lavoratori che svolgono attività difficoltose o rischiose (i cosiddetti “gravosi social”, coloro che rientrano nelle 11 categorie comprese nell’elenco allegato al Decreto firmato dal Presidente del consiglio Gentiloni), l’anzianità contributiva minima richiesta è di 36 anni;
  • maturare il diritto alla pensione di vecchiaia entro tre anni e sette mesi;
  • non essere titolari di alcuna pensione diretta.

Ape Social: requisiti per i lavoratori precoci

Nello stesso Decreto firmato dal Presidente Gentiloni, sono puntualizzati anche alcuni aspetti che riguardano i cosiddetti “precoci”: coloro che hanno lavorato per non meno di 12 mesi prima dei 19 anni di età e si trovano nelle stesse condizioni dei beneficiari dell’Ape social, ovvero sono disoccupati e non godono di alcun ammortizzatore da almeno 3 mesi. Questi, potranno andare in pensione con 41 anni contributivi, ovvero con un anticipo di 10 mesi netti sui requisiti attuali per gli uomini e di un anno e 10 mesi per le donne.

Scadenza presentazione domanda Anticipo pensionistico

Ebbene, chi matura tali requisiti, per richiedere l’Ape social nel 2017 potrà presentare domanda all’Inps entro il 15 luglio prossimo. Chi, invece, li maturerà nel 2018, potrà fare la richiesta, sempre allo stesso ente previdenziale, entro il 31 marzo 2018. La risposta dell’Inps arriverà entro il 15 ottobre 2017, nel primo caso, ed entro il 30 giugno del 2018 nel secondo.

Criteri di assegnazione dell’Ape

Nonostante i requisiti siano piuttosto restringenti, le domande attese sono molte, circa 35mila. Se le risorse richieste saranno maggiori rispetto alle risorse stanziate (300 milioni di euro per il 2017 e 609 milioni di euro per il 2018), verrà data priorità ai soggetti più vicini all’età per la pensione di vecchiaia e, in seconda istanza, alla data di ricezione della domanda.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube