Business | Articoli

Vinile: ritorno al passato per Sony

3 luglio 2017


Vinile: ritorno al passato per Sony

> Business Pubblicato il 3 luglio 2017



Nel 2018 la Sony Music aprirà una fabbrica in Giappone per la produzione dei vinili. Nuove opportunità di lavoro?

Grazie alla crescente domanda di dischi in vinile in Asia la Sony ha deciso, dopo quasi 30 anni, di tornare a produrre vinili in proprio: aprirà una fabbrica giapponese a Tokyo nel marzo 2018. L’apertura della nuova fabbrica avviene dopo che Sony Music ha deciso di non produrre più vinili nel 1989, periodo in cui sono iniziati a prendere piede i Cd. La decisione è stata presa per tenere il passo alla crescente richiesta di vinili: solo nel 2016 le vendite di vinili hanno raggiunto i livelli di prima del 1991.

Aumento di richiesta per i vinili

La richiesta di vinili è molto alta anche in Europa, nella sola Gran Bretagna essa è aumentata del 53% nell’ultimo anno, per un totale di 3,2 milioni di unità. Secondo indiscrezioni la prima – nuova – produzione di vinili dovrebbe riguardare principalmente musica giapponese.

Il trend che segue Sony tuttavia è comune: nel 2017 diverse nuove aziende che producono vinili sono nate sia  Stati Uniti, da Detroit a Miami, che in Europa, dove la maggior parte delle aziende che stampano vinili per major ed etichette indipendenti sono nella Repubblica Ceca e in Olanda. Tuttavia tanto è risalita la febbre del Long Play che queste non riescono a soddisfare più le richieste del mercato.

Al momento l’unico produttore rimasto in Giappone è Toyokasei ma in difficoltà per via della richiesta crescente che non può soddisfare interamente.

Mercato dei vinili: nuove opportunità di lavoro

La scarsa disponibilità di produttori di vinili non è l’unico dei problemi che deve affrontare questo mercato «rinato». Reperire ingegneri esperti in materia non è difatti così semplice: nel corso degli anni la produzione di vinili è passata progressivamente alle piccole realtà indipendenti, non è semplice dunque trovare persone qualificate per gestire grandi numeri.

Scendono le vendite dei Cd, salgono quelle dei vinili

Questo aumento di richieste porterà il mercato dei vinili a generare ricavi per 1 miliardo di dollari nel corso del 2017, mentre le vendite di CD e i download di file digitali sono in costante calo. Dunque un bel ritorno al passato per la musica e per i nostalgici del fruscio emesso dal vecchio disco.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI