Business | Articoli

Libretti al portatore: stop da luglio, i dettagli

22 Giugno 2017
Libretti al portatore: stop da luglio, i dettagli

Da luglio scatta il divieto per il libretto al portatore bancario e postale. Saranno cancellati tutti i libretti non nominativi che non garantiscono la tracciabilità del denaro. Ecco i tempi.

Secondo quanto stabilito dal Decreto Legge  «Limitazioni all’uso del contante e dei titoli al portatore» [1], dal 4 luglio sarà «ammessa esclusivamente l’emissione di libretti di deposito, bancari o postali, nominativi ed è vietato il trasferimento di libretti di deposito bancari o postali al portatore che, ove esistenti, sono estinti dal portatore entro il 31 dicembre 2018». Dunque il libretto al portatore bancario e postale scomparirà: banche e uffici postali potranno proporre ai risparmiatori solo libretti nominativi, sui quali sarà d’obbligo un’ adeguata verifica della clientela. Il tutto con il preciso obiettivo di rendere tracciabile il denaro e operare nell’ambito della prevenzione del riciclaggio.

Cosa sono i libretti al portatore?

I libretti di risparmio al portatore si distinguono da quelli nominativi per il fatto di essere potenzialmente disponibili a più soggetti. Mentre il libretto nominativo è necessariamente associato a un unico soggetto (che però può essere cointestato e prevede, in generale, delle deleghe) , il libretto al portatore è di fatto di proprietà di colui che lo detiene (comunque previa dichiarazione del precedente possessore che lo cede al successivo).

Libretti al portatore: perchè vengono eliminati?

Le nuove norme prevedranno uno stop dell’emissione dei libretti al portatore, per favorire la prevenzione del riciclaggio internazionale e il finanziamento al terrorismo o a traffici illeciti. Tali categorie di operazioni sono difatti  state effettivamente oscurate per decenni utilizzando titoli di credito «al portatore» che venendo pagati semplicemente a chi li tiene in tasca non garantiscono sufficiente tracciabilità.

Come fare se si possiedono libretti al portatore?

I libretti al portatore non potranno più essere emessi, ma anche quelli già in circolazione avranno presto scadenza. Se si possiedono libretti al portatore si dovrà dunque avere cura di estinguerli entro il 31 dicembre 2018 trasferendo i soldi su un conto o richiedendo i contanti.


note

[1] Dlgs 231/2007 art. 49.

[2] IV Direttiva europea.

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube