Business | Articoli

Agenzia Entrate: come comunicare la Pec per le notifiche

3 Luglio 2017
Agenzia Entrate: come comunicare la Pec per le notifiche

Per comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata si dovrà utilizzare una procedura telematica. Ecco come fare.

Dal 1° luglio 2017 l’Agenzia delle Entrate potrà notificare atti impositivi, cartelle di pagamento e procedure di riscossione coattiva di ruoli relativi a carichi affidati alla nuova Agenzia delle Entrate – Riscossione tramite Pec [1] . Dunque i contribuenti che vorranno ricevere le comunicazioni tramite posta certificata dovranno comunicare il proprio indirizzo secondo le regole del provvedimento: tale modalità era in precedenza ammessa soltanto per professionisti, società, ditte individuali e Pubbliche Amministrazioni, ovvero i soggetti obbligati all’iscrizione al registro Ini – Pec.

Come fare richiesta di notifica via Pec?

La richiesta di notifica via Pec può essere inoltrata all’Agenzia delle Entrate da:

  • persone fisiche residenti e non residenti;
  • persone diverse, ovvero tutti i soggetti non obbligati all’iscrizione all’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata, Ini – Pec.

Si deve compilare la sezione online messa a disposizione sul sito dell’Agenzia delle Entrate e richiedere che la notifica di atti e avvisi tributari venga effettuata a mezzo Pec, ovvero all’indirizzo di cui è intestatario il soggetto che presenta domanda, o a quello di uno dei soggetti indicati [2] : coniuge, parente o affine entro il quarto grado, incaricati a ricevere gli atti per conto dell’intestatario degli stessi.

Modalità di comunicazione dell’indirizzo PEC

Il servizio telematico per la comunicazione dei dati consente di trasmettere le seguenti informazioni:

  • tipo di operazione (comunicazione/variazione o revoca dell’indirizzo PEC);
  • indirizzo PEC;
  • intestazione dell’indirizzo PEC al richiedente ovvero agli altri soggetti;
  • consenso all’informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del decreto legislativo n. 196 del 2003.

La notifica sarà effettuata, a decorrere dal 1° luglio 2017, utilizzando l’indirizzo Pec comunicato in modalità telematica.

Registrazione Pec confermata  

. La registrazione dell’indirizzo PEC comunicato risulta completa quando:

  • il gestore di posta elettronica certificata del soggetto richiedente, rilascia la ricevuta di avvenuta consegna del messaggio;
  • il richiedente inserisce correttamente il codice di verifica;
  • Il richiedente è responsabile delle informazioni comunicate ed ha l’onere di aggiornarle in caso di variazioni sopravvenute.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube