Business | Articoli

Auto elettriche in forte aumento: le ultime novità

7 Lug 2017


Auto elettriche in forte aumento: le ultime novità

> Business Pubblicato il 7 Lug 2017



Nel giro di tre anni si moltiplicheranno le proposte di auto a zero emissioni sul mercato. Ecco tutte le novità.

I lunghi tempi di ricarica sono uno dei principali ostacoli che frenano la diffusione in grande serie delle automobili elettriche alimentate a batterie. Si tratta di fatto di uno dei freni per il pur solido e ormai affermato mercato delle auto elettriche: ad oggi questi tempi si misurano in termini di ore, non di minuti.

Ma sono in arrivo alcune novità che potrebbero cambiare questo trend, due start-up una statunitense e una israeliana potrebbero difatti aver trovato soluzioni in grado di superare questo gap.

 

Tecnologia americana: l’elettricità «liquida» 

Un team di ricerca dell’università di Purdue, nell’ Indiana potrebbe portare novità alle batterie per auto: la squadra di ricercatori statunitensi sta difatti lavorando ad una batteria senza membrana e con elettroliti fluidi, che potrebbero quindi essere riforniti alle auto tramite pompe, e non più con stazioni di ricarica come si usa adesso per le auto elettriche.  Lo studio, chiamato «Redox reactions in immiscible-fluids in porous media – membraneless battery applications» è stato presentato recentemente alla nona conferenza internazionale della International Society for Porous Media, tenutasi a Rotterdam in Olanda. Progettare e costruire queste stazioni di ricarica per auto elettriche, però, richiede ingentissimi investimenti infrastrutturali, con costi enormi.

Il nuovo sistema di stoccaggio dell’energia permetterebbe ai possessori di auto con motore elettrico di rifornire il proprio veicolo con elettroliti fluidi, in un modo non troppo diverso da come ora si va a rifornire il serbatoio di un’auto benzina o diesel. Inoltre i liquidi della batteria esauriti potrebbero essere portati in impianti di ricarica, dove gli elettroliti vengono rigenerati.

Tecnologia israeliana: elettricità a ricarica rapida

Fare il pieno all’auto elettrica in 5 minuti? E’ possibile. L’idea arriva dall’israeliana StoreDot – che ha origini nel dipartimento di nanotecnologie dell’università di Tel Aviv – che aveva già annunciato la rivoluzione nel 2015 e ha presentato il suo prototipo funzionante nel corso del Cube tech fair di Berlino. La super batteria a ricarica ultrarapida garantisce un’autonomia fino a 480 km (a seconda del modello di vettura): hanno pensato di usare tante piccole batterie a ricarica rapida installate in serie, in modo che assorbano l’energia in simultanea e siano in grado, in appena cinque minuti, di ricaricarsi completamente. Stando ai calcoli in un minuto si otterrebbe una carica pari a circa 95 km di percorrenza. Per la startup israeliana: «La tecnologia di base di StoreDot incorpora molecole organiche sintetizzate chimicamente di origine non biologica. Queste molecole innovative dimostrano proprietà ottiche e elettrochimiche che consentono una maggiore prestazione dei dispositivi di memorizzazione di energia. L’architettura della Ev FlashBattery è costruita con una struttura di elettrodi altamente stabile e contiene materiali che sono molto meno infiammabili e più resistenti alle alte temperature rispetto alla tecnologia tradizionale Li-Ion. Inoltre, FlashBattery è più rispettosa dell’ambiente rispetto a una batteria agli ioni di litio, poiché utilizza composti organici e un processo produttivo più eco-friendly».

Siamo sempre più vicina alla rivoluzione elettrica, dunque: seguiteci e vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI