Business | Articoli

Indire: cessione gratuita di Pc

4 Agosto 2017


Indire: cessione gratuita di Pc

> Business Pubblicato il 4 Agosto 2017



L’Ente di ricerca del Ministero dell’istruzione cede apparecchiature informatiche a istituti scolastici statali e paritari, Pa, enti e organismi non-profit.

L’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire) è il più antico ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione. Oltre alla sede centrale a Firenze, ha tre nuclei territoriali a Torino, Roma e Napoli. L’Ente è dotato di autonomia statutaria, scientifica, organizzativa, regolamentare, amministrativa, finanziaria, contabile e patrimoniale. L’Indire, negli anni è diventato il punto di riferimento per la ricerca educativa in Italia: sviluppa nuovi modelli didattici, sperimenta l’utilizzo delle nuove tecnologie nei percorsi formativi, promuove la ridefinizione del rapporto fra spazi e tempi dell’apprendimento e dell’insegnamento.

Indire: cessione gratuita Pc e dotazioni informatiche

L’Istituto, con un avviso [1] sul suo portale, ha comunicato la cessione a organismi di volontariato di protezione civile operanti in Italia e all’estero per scopi umanitari, a scuole e ad altri enti no-profit (onlus, pro-loco, parrocchie, ecc.), alcuni beni mobili di sua proprietà, in particolare Pc, monitor e tastiere.

Le richieste di cessione gratuita dovranno pervenire entro il giorno 30/09/2017 mediante uno dei seguenti mezzi:

  • Pec all’indirizzo indire@pec.it;
  • Consegna della richiesta direttamente all’Ufficio Protocollo dell’Ente dalle ore 9 alle ore 13.

È possibile prendere visione dei beni in elenco direttamente nella sede fiorentina dell’Indire, in via M. Buonarroti 10, concordando il giorno e l’orario entro il 15 settembre 2017. Nella sezione Albo online del sito è già disponibile tutta la documentazione, compreso il modello per inoltrare la richiesta.

Di cosa si occupa l’Istituto?

L’Istituto vanta una consolidata esperienza nella formazione in servizio del personale docente, amministrativo, tecnico e ausiliario e dei dirigenti scolastici ed è stato protagonista di alcune delle più importanti esperienze di e-learning a livello europeo. Insieme all’Invalsi e al corpo ispettivo del Ministero dell’Istruzione, l’Indire è parte del Sistema Nazionale di Valutazione in materia di istruzione e formazione. In questo ambito, l’Istituto sviluppa azioni di sostegno ai processi di miglioramento della didattica per l’innalzamento dei livelli di apprendimento e il buon funzionamento del contesto scolastico. Attraverso monitoraggi quantitativi e qualitativi, banche dati e rapporti di ricerca, l’Indire osserva e documenta i fenomeni legati alla trasformazione del curricolo nell’istruzione tecnica e professionale e ai temi di scuola e lavoro. L’istituto ha il compito di gestire Erasmus+, il nuovo programma dell’Unione europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport per il periodo 2014-2020. Inoltre è sevizio nazionale di supporto per i seguenti progetti europei:

  • eTwinning, la comunità di docenti per connettersi, collaborare e condividere idee in Europa;
  • Epale, la piattaforma online europea interamente dedicata al settore dell‘educazione degli adulti;
  • Eurydice, la rete europea rete europea di informazione sull’istruzione e sistemi educativi in 37 paesi.

Sempre in ambito internazionale, l’Indire fa parte del Consorzio Eun – European Schoolnet, composto da 31 Ministeri dell’Educazione dei Paesi europei, che promuove l’innovazione nei processi educativi in una dimensione transnazionale. L’Istituto guarda all’Europa anche attraverso le sue tante collaborazioni, grazie alle quali contribuisce allo sviluppo di una rete di contatti, scambi, flussi di informazioni ed esperienze fra scuole, studenti, aziende e istituzioni di tutti i Paesi dell’Unione Europea. L’Indire, in virtù delle sue radici, dispone di un archivio storico che conserva un ricco patrimonio documentario otto-novecentesco, uno dei pochi in Italia specializzati nella raccolta e nella valorizzazione di materiale documentario di interesse storico-pedagogico.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI