Business | Articoli

Come ridurre i cavi di connessione

14 Agosto 2017


Come ridurre i cavi di connessione

> Business Pubblicato il 14 Agosto 2017



Arriva dal crowdfunding il cavo di ricarica per smartphone e tablet che cambierà la vita a molti. Vediamo di cosa si tratta.

La nostra casa, nonostante l’avanzare del wi-fi, è di fatto popolata da cavi di ogni forma e natura. Anche se le tipologie di caricatori si riducono ormai ad un paio di tecnologie per tutti i vari modelli di smartphone, tablet, iPhone e aggeggi simili, di fatto si fa quotidianamente «a botte» con decine di connessioni diverse e non è raro che i cavetti finiscano per avere vita breve. C’è un’azienda che sembra aver trovato una soluzione interessante. Ecco di cosa si tratta.

Novità da casa Kickstarter

Grazie a Kickstarter, il sito web di finanziamento collettivo per progetti creativi, i problemi derivanti dalla presenza di 10 cavi di alimentazione per 10 dispositivi differenti potrebbe presto terminare. Da una delle più importanti piattaforme di crowdfunding al mondo, arriva, infatti, una grossa novità: Anchor Cable.

Si tratta di un cavo dalla costruzione particolarmente robusta con una caratteristica peculiare: una delle estremità è magnetica, di conseguenza adattabile di volta in volta al dispositivo da connettere. Il cavo si presenta con tre “tip” disponibili, ovvero le estremità: Micro Usb, Usb-c e Lightning. L’altra estremità, che è fissa, è costituita da una classica Usb di tipo A. Anchor Cable è rivestito in acciaio inossidabile in modo da reggere al meglio ogni tipo di stress. L’uscita è prevista in Italia per il prossimo gennaio 2018.

Come funziona Kickstarter

Come altre piattaforme di finanziamento collettivo, Kickstarter facilita la raccolta di risorse monetarie dal pubblico, che è costituito di fatto da tutti gli utenti del Web. I creatori del progetto scelgono una data di scadenza e un minimo di fondi da raggiungere. Se il minimo prescelto non è raggiunto entro la scadenza, i fondi non sono raccolti. Il denaro impegnato dai donatori è raccolto tramite Amazon Payments. Un progetto può essere finanziato da qualunque parte del mondo, ma può essere aperto solo da persone residenti in uno tra alcuni Paesi (come Italia e Stati Uniti) e almeno diciottenni, e che posseggano un regolare indirizzo, conto bancario, documento d’identità e carta di credito o di debito per quel Paese.

Per saperne di più sul crowdfunding leggi Come farsi finanziare tramite il crowdfunding),


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA