Business | Articoli

Scuola: in arrivo 58mila nuove assunzioni

17 Agosto 2017
Scuola: in arrivo 58mila nuove assunzioni

Approvazione in Consiglio dei ministri del piano assunzioni per gli insegnanti e personale Ata. 

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera a 58.348 nuove assunzioni nella scuola tra insegnanti, personale Ata e presidi. I provvedimenti e saranno effettivi dopo la registrazione da parte della Corte dei Conti: Delle quasi 52mila saranno docenti, oltre 6.200 unità di personale Ata e 259 presidi. Le nuove cattedre di ruolo sono previste soprattutto per le scuole medie, molte riservate anche al sostegno. Le riceveranno i vincitori di concorso ma anche chi è in cima alle liste ad esaurimento.

Governo: Polizia e Scuola, assunzioni in vista

L’annuncio arriva dalla ministra della Pubblica amministrazione Marianna Madia tramite Twitter: «Assunzioni mirate nella #PA: dopo #ForzediPolizia oggi in Cdm via libera definitivo ad assunzioni #Scuola per a.s. 2017-18 @valeriafedeli». Dunque il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera alla riforma della Pubblica Amministrazione e all’assunzione di circa 58mila unità nel mondo della scuola, per l’anno 2017-2018, confermando quanto anticipato nei giorni scorsi dal Miur. Le nuove opportunità per i docenti saranno effettuate con contratto lavorativo a tempo indeterminato per il prossimo anno scolastico e le immissioni in ruolo saranno portate a termine entro metà mese di agosto 2017. Entro il 31 agosto prossimo, come spiegano dal Miur, saranno effettuate le assegnazioni provvisorie per assicurare la continuità didattica.

Docenti: come avverranno le assunzioni?

La metà dei docenti sarà assunto pescando dalle graduatorie di merito, quindi prendendo i vincitori di concorso. L’altra metà arriverà invece dalle liste ad esaurimento. Per quest’anno le assunzioni sono coperte con le risorse stanziate in legge di Stabilità: circa 400 milioni per il 2018. Una buona fetta dei nuovi posti, circa 21mila, deriva dal normale turnover – gli ingressi sostituiscono i pensionamenti – ma ci sono anche oltre 15mila posti che sono stati trasformati da organico di fatto a organico di diritto e 16mila che vanno a colmare nuove esigenze.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube