Business | Articoli

Fipronil: 90mila le uova sequestrate tra Ancona e Viterbo

23 Agosto 2017


Fipronil: 90mila le uova sequestrate tra Ancona e Viterbo

> Business Pubblicato il 23 Agosto 2017



Migliaia di uova sono state sequestrate dai Nas: cresce l’allarme in tutta Italia.

Continuano i controlli in tutta Italia dove fino ad adesso sono almeno 90mila le uova sequestrate dai carabinieri dei Nas in provincia di Viterbo ed Ancona nell’ambito dei controlli relativi alla contaminazione da Fipronil.

Fipronil ad Ancona e Viterbo: i casi

L’allarme cresce sempre più ed è obiettivamente complicato fermare la psicosi collettiva. Il fatto che la contaminazione sia effettiva solo se si mangiano ben sette uova contaminate per giorno non pare fermare la paura dei consumatori, con evidenti rischi anche per il mercato alimentare collegato agli alimenti di origine avicola.

Il livello di allerta è massimo a maggior ragione in forza dei sequestri effettuati poche ore fa. Ad Ancona il sequestro ha riguardato 6mila uova e un allevamento con 12mila galline, a Viterbo, 53mila uova destinate ad alimentazione umana e 32mila uova destinate all’alimentazione animale.

Fipronil: il nucleo anti-sofisticazione diffonde notizie ufficiali

Il comandante del Nas, generale Adelmo Lusi, nel corso di una conferenza stampa a Roma sulla vicenda ha dichiarato: «Fino ad ora abbiamo 5 o 6 denunciati che corrispondono a 5 o 6 positività di uovo al Fipronil, più una che riguarda le omelette. Oggi ne abbiamo denunciati due, ovvero i responsabili dei due allevamenti di cui abbiamo ricevuto la positività: Ancona e Viterbo». Ormai se ne parla da un mese e a quanto pare il problema Fipronil riguarda non solo il Belgio, l’Olanda e la Germania ma anche l’Italia.  Gli esiti preliminari dell’attività dei Nas si innestano nel più ampio ed articolato piano di controllo disposto dal Ministero della Salute, elaborato per monitorare i prodotti a base di uova sia di provenienza estera che di produzione nazionale, al fine di rilevare eventuali situazioni di contaminazione il cui uso è vietato negli allevamenti di animali.

Fipronil: il Codacons in allerta, necessaria trasparenza e controlli a tappeto

Anche il Codacons è intervenuto sulla vicenda: «Le rassicurazioni sparse dalle autorità sanitarie in relazione allo scandalo delle uova al Fipronil si sciolgono come neve al sole, dopo il sequestro di migliaia di uova in provincia di Viterbo e Ancona e alla notizia di un altro sequestro, stavolta relativo a una partita di omelette surgelate, a Milano. È bastato qualche giorno per smentire clamorosamente quanto ripetuto ossessivamente dai nostri organi istituzionali: in Italia le uova al Fipronil ci sono eccome». Le critiche dell’associazione dei consumatori si riferiscono al fatto che sembra si voglia gettare acqua sul fuoco, come se il superamento dei valori-limite (e quindi della legge) non rappresenti in sé un fatto grave.

L’associazione chiede trasparenza massima sulle informazioni, tracciabilità vera di tutta la filiera, e in primis controlli a tappeto – specialmente sui prodotti lavorati con uova di provenienza estera.

I Nas d’altra parte rassicurano gli i consumatori ritenendo che le percentuali di contaminazione rilevate fino ad oggi sono bassissime, e puntualizzando il merito degli Istituti che eseguono questi controlli: le uova italiane sono sicure e ci si può fidare. Queste vengono controllate inizialmente dallo stesso produttore e successivamente dalle aziende che le acquistano in vista dell’immissione nel commercio. Per sapere come controllare la provenienza delle uova si può consultare Allerta uova contaminate con il Fipronil: due casi in Italia.

Continueremo a tenervi aggiornati. Per seguire la nostra pagina Facebook  clicca qui.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA