Questo sito contribuisce alla audience di
 
Business | Articoli

Amazon assumerà in Italia: da 300 a 400 posti di lavoro

26 Agosto 2017


Amazon assumerà in Italia: da 300 a 400 posti di lavoro

> Business Pubblicato il 26 Agosto 2017



L’e-commerce in Italia è in rapido sviluppo, e Amazon si espande. Un nuovo centro a Bergamo: le posizioni presto disponibili per diplomati e laureati.

Amazon punta all’Italia. Il colosso mondiale dell’e-commerce pare abbia scelto il paese di Casirate d’Adda, nella Bassa Bergamasca, come nuova località dove erigere una nuova struttura logistica.

Il nuovo centro Amazon porterà da 300 a 400 nuovi posti di lavoro.

Quello di Casirate d’Adda è un nuovo e ulteriore investimento in Italia di Amazon dopo gli altri due centri distributivi previsti a Vercelli e Rieti che vanno ad affiancare la principale struttura, attiva già dal 2013, di Castel San Giovanni nel Piacentino (per i dettagli si legga Amazon apre a Rieti: 1200 assunzioni a primavera).

Del resto Amazon prevedeva di aumentare il personale in Italia fino a 1.800 unità nei centri logistici. E nel centro di Milano lavorano già circa mille persone nel marketing, nello sviluppo dei software e nella gestione dei cataloghi.

Amazon rivaluta un’area dedicata al petrolio

Il nuovo centro logistico rientra in un progetto di riqualificazione di una parte dell’area ex Agip, che veniva utilizzata negli anni Ottanta per estrarre petrolio, gas (oggi è dismessa e bonificata). Un’area grande circa 240 mila metri quadrati nella zona industriale di Casirate, a pochi chilometri dalla Brebemi, di cui sono proprietarie Eni e la Digitec srl di Treviglio. E proprio la stessa Digitec srl ha presentato al Comune il progetto di un capannone da 40 mila quadrati per utilizzo logistico. Costo dell’investimento: 80 milioni di euro, da attivare su interessamento di un terzo privato che da indiscrezioni attendibili sembrerebbe essere appunto  Amazon.

Con il centro di Casirate, il colosso di Jeff Bezos andrebbe a realizzare il suo sesto centro di smistamento in Italia. Una giusta proporzione per un mercato in forte rilancio nel nostro Paese.

Amazon a Bergamo: nessuna conferma dal Comune di Casirate

«Non abbiamo idea di chi sia l’utente finale – ha chiarito il vicesindaco Manuel Calvi – L’11 agosto, attraverso lo sportello telematico, è arrivata in Comune la richiesta di permesso di costruire da parte di Digitec, che è il nostro interlocutore. La pratica verrà vagliata nelle prossime settimane dal nostro ufficio Tecnico. Di fatto l’area ex Eni e un zona industriale, bonificata da tempo […] Un insediamento in quella zona lo vediamo positivamente perché non comporta nessun nuovo consumo di suolo agricolo, già particolarmente penalizzato con l’arrivo di Brebemi e della bretella di collegamento». Proprio la presenza di quella bretella di collegamento e della vicina autostrada potrebbe invece costituire – come spesso accade – il volano dello sviluppo della zona. Amazon, evidentemente, trarrebbe grande beneficio dalla facilità di collegamento.

Quali figure professionali interessano ad Amazon?

Accanto a figure legate a funzioni tecnico- operative, dal picking ovvero la gestione del materiale immagazzinato,  alla movimentazione, ci sono una serie di professionalità che sono legate allo sviluppo software – dato che buona parte di quella che è l’interfaccia utenti è gestita in Italia – ma anche allo sviluppo dei brand, alla capacità di seguire il mercato elettronico e di analizzare la domanda.

Amazon cerca dunque anche laureati in economia e in ingegneria gestionale, mentre la competenza linguistica è più legata al marketing o alla gestione dei cataloghi di prodotti di fornitori stranieri.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA