Business | Articoli

Nuovo lavoro: assaggiatori di pizze a pagamento

16 ottobre 2017


Nuovo lavoro: assaggiatori di pizze a pagamento

> Business Pubblicato il 16 ottobre 2017



C’è un ristorante che paga gli assaggiatori di pizze. L’impegno è di due ore a settimana ed il compenso è competitivo. Vediamo dove

C’è chi sogna di mangiare senza ingrassare e chi, invece, non rinuncerebbe mai ai piaceri della tavola. Se la dieta non fa per voi, ma al contrario siete amanti della pizza, sappiate che questa passione potrebbe trasformarsi addirittura in un lavoro.

C’è un ristorante che sta davvero cercando degli assaggiatori «professionali» di pizza. L’offerta, però, non viene dalla nostra madre Patria: il ristorante in questione si trova a Bath, nel Regno Unito e si chiama Bath Pizza Co. Non si tratta di uno scherzo, ma di un vero e proprio annuncio di lavoro. Nel sito del locale si leggono anche i requisiti che il candidato ideale al posto di lavoro deve possedere. Andate al seguente link per credere: https://www.bathpizzaco.com/jobs. L’annuncio di lavoro, tradotto dall’inglese, esordisce così: «Hai mai sognato di essere pagato per mangiare pizza? Stiamo cercando un assaggiatore professionale di pizze». Il ristorante, infatti, intende “testare” il suo nuovo menù di pizze. Chi, dunque, meglio di un italiano?

Assaggiatori di pizza: i requisiti del candidato

L’aspirante assaggiatore di pizze deve possedere, però, dei requisiti ben precisi: innanzitutto deve essere appassionato di tutto ciò che riguarda la pizza, quindi deve essere un esperto mangiatore di uno dei piatti più famosi al mondo. L’assaggiatore deve avere un palato “colto” e deve essere in grado di comunicare con gli chef, affinché questi possano affinare “le tecniche del mestiere” e rendere la pizza ancora più buona. Non basta, quindi, abbuffarsi di pizza, bisogna soprattutto essere in grado di stabilire qual è la più buona. Ed infatti, si chiede una qualità fondamentale: saper distinguere una Margherita da una Marinara. Un requisito che potrebbe sembrare ovvio per qualsiasi italiano, ma che per un inglese non è per nulla scontato.

Assaggiatori di pizza: il compenso

Veniamo all’aspetto più interessante: il compenso. Ebbene Bath Pizza Co promette al futuro assaggiatore uno “stipendio competitivo“. Con tanta pizza in omaggio. È richiesto un impegno di due giorni a settimana: non sono stabiliti due giorni fissi, ma ci si potrà accordare. Il ristorante, secondo quanto è possibile leggere sul sito, è seriamente intenzionato a trovare un amante di pizza che sia in grado di testare il proprio menu e a fornire dei feedback ai propri chef affinché possano migliorare la qualità della pizza. Il ristorante, inoltre, tiene a precisare che la location non è un problema, offrendo di pagare viaggi, trasferte, voli, treni, carburante al candidato giusto. Non resta, quindi, che mandare il proprio curriculum.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI