Business | Articoli

Quali sono i lavori più richiesti in Italia

25 ottobre 2017


Quali sono i lavori più richiesti in Italia

> Business Pubblicato il 25 ottobre 2017



In Italia ci sono lavori richiestissimi, ma non c’è nessuno che ha voglia di farli. Vediamo quali

Abbiamo già parlato di quali sono le professioni più appetibili nel mondo del lavoro e di quali sono le personalità professionali più richieste dalle aziende. Per saperne di più leggi: Lavoro: chi cercano le aziende? Si tratta di interrogativi che molti giovani si pongono prima di intraprendere la carriera universitaria. Ma non solo. A porsi queste domande è anche chi è un po’ meno giovane, ma sente comunque la necessità di reinventarsi, di avviare una nuova sfida personale. C’è chi, invece, al di là delle ambizioni, ha bisogno di lavorare per vivere. Nel corso degli anni, soprattutto a causa della crisi economica, il mondo del lavoro ha subito profondi cambiamenti: trovare l’impiego della vita è sempre più raro ed è diventato sempre più difficile trovare una sistemazione stabile. Eppure – paradossalmente – ci sono lavori molto richiesti, ma non c’è nessuno (o meglio nessun italiano) che ha voglia di farli. Vediamo quali sono, in Italia, i lavori più richiesti.

Lavori richiestissimi che gli italiani snobbano

Nel mondo imprenditoriale, quando la domanda incontra l’offerta, il più delle volte, il gioco è fatto. Nel mondo del lavoro (soprattutto di questi tempi) la domanda è di gran lunga superiore all’offerta. Risultato? Lo sanno tutti: disoccupazione di massa, anche giovanile. C’è un dettaglio che, però, sfugge: esistono lavori la cui offerta supera la domanda. Offerta che però gli italiani non colgono, lasciando – il più delle volte – il posto (di lavoro) agli stranieri. Ed infatti, se è vero che il lavoro nobilita l’uomo è anche vero che ci sono lavori richiestissimi che gli italiani snobbano, preferendo che, al posto loro, siano gli stranieri a farli. Vediamo nel dettaglio di quali impieghi si tratta.

Quali gli impieghi più richiesti in Italia

Ecco quali sono i lavori più richiesti, che – però –  nessuno (o quasi) ha voglia di fare:

  • addetto alla pulizia di negozi e uffici;
  • magazzinieri;
  • addetti alle mense;
  • custodi;
  • camerieri;
  • cassieri e autisti.

Quindi, altro che manager: le richieste più alte sono per gli operai, meglio se specializzati.

Una lieve inversione di tendenza si ha, invece, per quanto riguarda il ruolo delle badanti (professione decisamente femminile). La popolazione invecchia e, di conseguenza, aumenta la richiesta di questa figura.  Dire badante evoca alla mente l’immagine di una signora ucraina, filippina o peruviana. In realtà, complice la crisi economica, le cose stanno cambiando. Ad oggi, sono sempre più spesso le italiane a prendersi cura dei 2 milioni e mezzo di over 65 non autosufficienti nel nostro Paese. Ed infatti, secondo l’Osservatorio statistico dell’Inps, nello scorso anno (2016) sono aumentate del 13% le badanti made in Italy, che vanno a occupare un mercato lavorativo finora monopolizzato da straniere.

Il mercato del lavoro è cambiato

In linea più generale, è bene comunque prendere consapevolezza che il mondo del lavoro è cambiato e che la crisi dell’occupazione è una realtà per la gran parte dei settori. Dunque, capire quali sono quelli con la maggiore richiesta di forza lavoro è diventato indispensabile. Al di là dei lavori che (purtroppo) nessuno ha voglia di fare, ci sono dei particolari settori in cui la richiesta di personale è comunque molto elevata. Il settore informatico, ad esempio, al giorno d’oggi rappresenta una buona scelta. C’è sempre più richiesta di programmatori. Tra i profili più richiesti spicca, inoltre, la figura del revisore contabile: si cercano soprattutto laureati in scienze economico-aziendali, marketing e amministrazione. Secondo delle indagini condotte da importanti agenzie del settore [1], nella top ten dei lavori più ricercati spiccano inoltre: gli esperti di finanza, i professionisti dell’It (Information technology) come ad esempio programmatori e sviluppatori di App per il mobile e gli operatori sanitari.

note

[1] Good Call e Manpower.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI