Business | Articoli

Bitcoin tra i regali di Natale

29 Dicembre 2017 | Autore:
Bitcoin tra i regali di Natale

Bitcoin ed Ethereum son finiti sotto l’albero e nei cesti natalizi aziendali al posto del panettone

I dipendenti di alcune aziende, al posto del tradizionale panettone natalizio, hanno ricevuto dei bitcoin. Bitcoin ed Ethereum – le due monete digitali-  infatti, sono finite nei cesti natalizi aziendali al posto del panettone. E atteso il grandissimo successo della nuova moneta digitale sembra sia stato un regalo molto apprezzato. Ma vediamo di capirne di più sui bitcoin e sui rischi connessi alla nuova moneta virtuale.

Bitcoin: cosa sono?

Il bitcoin è una moneta digitale, in particolare una criptovaluta. Trattandosi dunque di una moneta, i bitcoin – come tutte le tradizionali monete a cui siamo abituati – sono uno strumento di scambio per acquistare e vendere beni. Non si tratta, però, di una moneta materialmente tangibile, ma di una moneta virtuale, che presenta – di conseguenza –  tutti i vantaggi di uno strumento che permette lo scambio digitale. Inoltre, essendo delle criptovalute – e quindi garantiti dalla sicurezza della crittografia con una chiave pubblica e una privata – risultano molto sicuri.

Bitcoin: caratteri essenziali

Il bitcoin si differenza da tutte le altre monete perché non ha un’autorità di emissione, né una banca centrale che ne garantisca il valore. La sua esistenza è regolata da un algoritmo. Questo algoritmo è stato elaborato nel 2008 ma il suo creatore rimane un personaggio tutt’ora sconosciuto, sebbene sia noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto.

Bitcoin: che cosa ne sarà?

La “coniabilità” dei bitcoin non è illimitata. Si sa già che se ne potranno emettere al massimo 21 milioni, cifra che secondo alcuni calcoli sarà raggiunta nel 2140. Al riguardo, si consideri che si stima che l’80% dei bitcoin saranno emessi entro il 2018, ossia entro i primi 10 anni dalla data della loro nascita.

Come anticipato, il bitcoin è una valuta e rappresenta, quindi, innanzitutto uno strumento di scambio per acquistare bene o servizi. In realtà, però, la funzione principale o, perlomeno, quella per la quale i bitcoin hanno avuto più successo non è la funzione di scambio, bensì quella di investimento. In termini finanziari, si parla al riguardo di asset class. In sostanza i bitcoin hanno avuto molto successo come strumento di riserva di valore (ecco perché si parla di oro digitale) e ciò grazie anche alle strabilianti performance di quotazione che ha registrato. Si pensi che un anno fa il bitcoin valeva 700 dollari, oggi ne vale 17mila: il suo valore, dunque, si è moltiplicato di oltre 20 volte in meno di un anno. Ovvio, quindi, l’attuale corsa ai bitcoin per chi spera, un domani, di rivenderli a valori molto più elevati ed ecco spiegata la sua principale funzione che, come detto, è quella di investimento.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube