Business | Articoli

Pon Reti e Mobilità 2007/2013

17 Marzo 2013 | Autore:
Pon Reti e Mobilità 2007/2013

Pubblicato il Pon Reti e Mobilità per il 2007/2013.

 

Settore: imprese giovanilinuove impresePMI /

Ambito territoriale: CalabriaCampaniaPugliaSiciliaTutte le regioni

 

Chi può partecipare?
I soggetti beneficiari sono le imprese operanti nel settore della logistica organizzate in raggruppamenti, costituiti o da costituire, con svariate forme: ATI, ATS, Consorzi, Filiere, Distretti e Reti di Impresa.

Ammontare del finanziamento
Il PON Reti e Mobilità mette a disposizione per la Linea di Intervento I.4.1 complessivi 20 M€.

Cosa viene finanziato?
Il Programma Operativo mira a rendere le vie di comunicazione più semplici, veloci e sostenibili, migliorando i collegamenti tra i mercati del Nord Europa e del Mediterraneo, l’Africa e l’Asia. Pertanto interviene con l’obiettivo di dotare le imprese di infrastrutture e servizi per la logistica e il trasporto delle merci, promuovendo, al tempo stesso, lo sviluppo economico e la competitività dei territori coinvolti (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) e di tutta l’Italia. Il Programma finanzia:
– Investimenti materiali e immateriali (almeno il 70% del costo totale ammissibile), ovvero spese che riguardano il suolo aziendale e sue sistemazioni, opere murarie e assimilate, infrastrutture specifiche aziendali, macchinari, impianti ed attrezzature varie, programmi informatici, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, tecnologie ICT/ITS.
– Acquisizione di servizi, ovvero servizi di consulenza e servizi equivalenti e oneri notarili, anche finalizzati alla costituzione dell’aggregazione di imprese (fino a un massimo del 20% del costo totale ammissibile);
– Spese di formazione (fino a un massimo del 5% del costo totale ammissibile), e di conseguenza costi del personale docente, spese di trasferta del personale docente e dei destinatari della formazione, materiali e forniture attinenti al progetto di formazione, servizi di consulenza sull’iniziativa di formazione, costi di personale e spese generali indirette.
– Consulenza e Assistenza Tecnica (fino a un massimo del 3% del costo totale ammissibile), in particolare, servizi di consulenza e supporto tecnico e accompagnamento per la gestione, attuazione, monitoraggio, controlli e valutazione del progetto.

Quanto viene finanziato?
Il contributo concedibile per gli investimenti previsti da ciascun progetto deve essere compreso tra un minimo di € 500.000 ed un massimo di € 2.000.000. Il contributo varia a seconda della tipologia di intervento e della composizione del raggruppamento attestandosi, in linea generale, a circa il 35% del costo totale dell’investimento (il restante 65% deve essere costituito da capitale privato). Si delineano, pertanto, interventi il cui costo totale oscilla tra 1,4 M€ e 5,6 M€.

 

Scadenza per la presentazione delle domande
Gli investimenti relativi ai progetti ammessi a finanziamento devono essere realizzati entro la data di ammissibilità generale della spesa del Programma (attualmente fissata al 31 dicembre 2015) e nel termine massimo di 24 mesi a partire dalla data di avvio del progetto.

Le domande devono pervenire  entro e non oltre 90 giorni dalla data di pubblicazione dell’invito (in fase di pubblicazione).

Per ricevere il bando e ottenere un supporto per la progettazione acquista una consulenza in uno dei due banner sotto l’articolo. 



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA