Business | Articoli

L’illegittimità del licenziamento pochi giorni prima della cessione di azienda va provata

8 Aprile 2013
L’illegittimità del licenziamento pochi giorni prima della cessione di azienda va provata

Per continuare il rapporto di lavoro con l’imprenditore che acquista l’azienda, il lavoratore deve contestare e provare che il licenziamento fatto dal cedente era illegittimo.

Il lavoratore licenziato pochi giorni prima della cessione dell’azienda ha diritto a conservare il posto di lavoro solo se viene accertata l’illegittimità del licenziamento [1] e l’illegittimità è stata contestata nel termine previsto di 60 giorni dalla sua intimazione.

Il codice civile prevede che, in caso di trasferimento d’azienda, il lavoratore non solo continua il rapporto di lavoro con l’imprenditore acquirente, ma conserva altresì tutti i suoi diritti.

Il lavoratore mantiene difatti tutti i diritti maturati quando era alle dipendenze dell’imprenditore che ha venduto l’azienda, anche dopo essere passato alle dipendenze dell’acquirente.

La decisione di trasferire l’azienda a un altro imprenditore non impedisce comunque al datore di lavoro cedente di intimare il licenziamento del lavoratore quando sussistono giustificati motivi. Il trasferimento dell’azienda non può però essere usato come motivo che giustifica di per sé il licenziamento del lavoratore [2].

L’imprenditore che acquista l’azienda ha dunque l’obbligo di mantenere in vita il rapporto di lavoro per quei lavoratori che erano dipendenti del cedente.

L’acquirente, invece, è tenuto a conservare il rapporto di lavoro solo se il licenziamento del dipendente è stato dichiarato dal giudice illegittimo. L’illegittimità del licenziamento deve essere pertanto verificata prima che venga accertato il trasferimento dell’azienda e deve essere contestata nel termine di 60 giorni dalla sua intimazione [3].

Per un approfondimento si rinvia all’articolo nella sezione “People” di questo portale: “La tutela del lavoratore in caso di trasferimento d’azienda”.


Se vuole conservare il proprio posto di lavoro nei confronti dell’acquirente, il lavoratore che viene licenziato poco prima del trasferimento d’azienda deve contestare nel termine previsto di 60 giorni il licenziamento illegittimo.

note

[1] Cass., sent. n. 7665 del 27 marzo 2013

[2] Art. 2112 cod. civ.

[3] Art. 6 L. 604/1966.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube