Business | Articoli

Auto ecologiche: incentivi per l’acquisto di veicoli ad alimentazioni alternative

15 Aprile 2013
Auto ecologiche: incentivi per l’acquisto di veicoli ad alimentazioni alternative

Via libera alle agevolazioni per l’acquisto di auto elettriche, ibride, a GPL, a bassa emissione di anidride.

Sono finalmente divenuti operativi [1] gli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni complessive [2].

Agevolazioni

Le agevolazioni sono destinate a favorire l’acquisto di veicoli ad alimentazioni alternative (elettrici, ibridi, a metano, a biometano, a GPL, a biocombustibili, a idrogeno) con emissioni di anidride carbonica (CO2), allo scarico, non superiori a 120 g/km.

 

Veicoli ammessi alle agevolazioni

Gli incentivi sono destinati prevalentemente ai veicoli aziendali e a quelli a uso pubblico per supportare lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso la diffusione di flotte pubbliche e private, in virtù:

– delle alte percorrenze medie chilometriche di queste tipologie di veicoli;

– della maggiore programmabilità delle percorrenze;

– dell’effetto promozionale dei veicoli pubblici sull’utenza privata, che manifesta ancora alcune diffidenze sui veicoli a basse emissioni rispetto a costi di acquisto, prestazioni e facilità di rifornimento/ricarica.

In particolare, sono ammessi alle agevolazioni:

– i veicoli pubblici o privati a basse emissioni complessive (che utilizzano cioè combustibili alternativi come l’idrogeno, i biocombustibili, il metano e il biometano, il GPL e l’energia elettrica ed emettono meno di 120 g/km di CO2);

acquistati e immatricolati dal 2013 (a partire dall’apertura della piattaforma di prenotazione) al 31 dicembre 2015, per uso di terzi come taxi, noleggio con conducente, car-sharing, noleggio a breve termine, servizi di linea, logistica, ecc.

Contributi previsti

Per i veicoli acquistati nel 2013 e nel 2014, il contributo è pari al 20% del costo (prima delle imposte), risultante dal contratto di acquisto, con un tetto massimo di:

5.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

4.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

2.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Per i veicoli acquistati nel 2015, il contributo è pari al 15% del costo (prima delle imposte), risultante dal contratto di acquisto, con un tetto massimo di:

3.500 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

3.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

1.800 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

di RENATA CARRIERI


note

[1] Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 12.02.2013.

[2] Previste dal Decr. Sviluppo n. 134/2012.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube