Business | Articoli

Auto ecologiche: incentivi per l’acquisto di veicoli ad alimentazioni alternative

15 Aprile 2013
Auto ecologiche: incentivi per l’acquisto di veicoli ad alimentazioni alternative

Via libera alle agevolazioni per l’acquisto di auto elettriche, ibride, a GPL, a bassa emissione di anidride.

Sono finalmente divenuti operativi [1] gli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni complessive [2].

Agevolazioni

Le agevolazioni sono destinate a favorire l’acquisto di veicoli ad alimentazioni alternative (elettrici, ibridi, a metano, a biometano, a GPL, a biocombustibili, a idrogeno) con emissioni di anidride carbonica (CO2), allo scarico, non superiori a 120 g/km.

 

Veicoli ammessi alle agevolazioni

Gli incentivi sono destinati prevalentemente ai veicoli aziendali e a quelli a uso pubblico per supportare lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso la diffusione di flotte pubbliche e private, in virtù:

– delle alte percorrenze medie chilometriche di queste tipologie di veicoli;

– della maggiore programmabilità delle percorrenze;

– dell’effetto promozionale dei veicoli pubblici sull’utenza privata, che manifesta ancora alcune diffidenze sui veicoli a basse emissioni rispetto a costi di acquisto, prestazioni e facilità di rifornimento/ricarica.

In particolare, sono ammessi alle agevolazioni:

– i veicoli pubblici o privati a basse emissioni complessive (che utilizzano cioè combustibili alternativi come l’idrogeno, i biocombustibili, il metano e il biometano, il GPL e l’energia elettrica ed emettono meno di 120 g/km di CO2);

acquistati e immatricolati dal 2013 (a partire dall’apertura della piattaforma di prenotazione) al 31 dicembre 2015, per uso di terzi come taxi, noleggio con conducente, car-sharing, noleggio a breve termine, servizi di linea, logistica, ecc.

Contributi previsti

Per i veicoli acquistati nel 2013 e nel 2014, il contributo è pari al 20% del costo (prima delle imposte), risultante dal contratto di acquisto, con un tetto massimo di:

5.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

4.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

2.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Per i veicoli acquistati nel 2015, il contributo è pari al 15% del costo (prima delle imposte), risultante dal contratto di acquisto, con un tetto massimo di:

3.500 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

3.000 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

1.800 euro per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

di RENATA CARRIERI


note

[1] Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 12.02.2013.

[2] Previste dal Decr. Sviluppo n. 134/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube